Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Beni culturali: sospeso ingresso gratuito per la prima domenica del mese

Ordinanza ministeriale anti-covid. Taormina, Isola Bella e Naxos regolarmente aperti a pagamento

Giardini Naxos (ME) – Anche il Parco archeologico Naxos Taormina, i cui siti del Teatro Antico, Isola Bella e Museo di Naxos saranno regolarmente aperti al pubblico, dovrà rinunciare domenica 4 ottobre alla popolare manifestazione della “Domenica al Museo” che prevede l’ingresso gratuito nei parchi e nei siti archeologici di tutta Italia.

La sospensione dell’iniziativa, comunicata dall’assessore regionale dei Beni Culturali Alberto Samonà in ottemperanza ad un’ordinanza del Ministro della Salute, rientra tra le misure imposte per contenere il rischio di contagio che potrebbe derivare da potenziali assembramenti.

A Naxos e Taormina restano aperte al pubblico anche la mostra di Alessandro La Motta “Di fronte ai classici”, allestita nella storica Torre Vignazza nell’area archeologica e prorogata fino al 15 ottobre. Al Teatro Antico, invece, i visitatori troveranno l’installazione “Frammenti del tempio d’oro”, realizzata dall’artista Paola D’Amore come omaggio alla figura dell’archeologo Sebastiano Tusa. L’opera è esposta negli spazi della versura occidentale dove, fino alla fine di ottobre, accoglierà i visitatori del Parco archeologico Naxos Taormina alla scoperta di uno dei più affascinanti monumenti della storia greca e romana della Sicilia. Con il mese di ottobre entra in vigore l’orario autunnale che prevede dall’1 al 15 l’apertura dalle 9 alle 18 (ultimo ingresso ore 17.30); dal 16 al 31 ottobre apertura dalle 9 alle 17.30 (ultimo ingresso ore 17.00).

Parco Archeologico Naxos – Taormina
Il Parco archeologico, oggi denominato di Naxos–Taormina è stato istituito nel 2007 e gode di autonomia scientifica, di ricerca e organizzativa, amministrativa e finanziaria. Dal 2013 il Parco ha la gestione di alcuni tra i più importanti siti monumentali e paesaggistici della provincia di Messina: il Museo Archeologico di Naxos con le sue collezioni; il Teatro Antico di Taormina; Villa Caronia; il Museo naturalistico di Isolabella, le aree archeologiche di Taormina e Francavilla.

Dal 2019 sono gestiti dal Parco, Palazzo Ciampoli (Taormina) e il Monastero e Chiesa Basiliana dei Santi Pietro e Paolo (Casalvecchio Siculo) e si attesta all’Ente anche Castel Tauro. Dal giugno 2019 il Parco è diretto dall’archeologa Gabriella Tigano. Fra i grandi eventi gestiti dal Parco e che hanno visto protagonista il Teatro Antico di Taormina – secondo sito più visitato in Sicilia dopo la Valle dei Templi – figurano il G7 nel maggio 2017 e la visita del Dalai Lama nel settembre dello stesso anno. Nel corso del 2019 i siti del Parco Naxos Taormina hanno sforato, per la prima volta, lo storico record di 1.033.656 visitatori (esclusi gli oltre 150.000 spettatori degli eventi serali nel Teatro Antico di Taormina nel periodo tra giugno e settembre).

 Info pubblico 0942 51.001 – 0942 628.738

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci