spot_imgspot_img
HomeEconomiaRadiotaxi, dalla Regione contributo da 700mila euro

Radiotaxi, dalla Regione contributo da 700mila euro

Falcone e Armao: «Sostegno a servizio strategico per la mobilità»

PALERMO – Via libera dal governo Musumeci ai sostegni per le cooperative radiotaxi siciliane.
«Per la prima volta la Regione riconosce al lavoro dei tassisti carattere di servizio pubblico, accordando alle cooperative radiotaxi attive in Sicilia un contributo complessivo di ben 700 mila euro» dichiara l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, commentando il decreto redatto congiuntamente all’assessore all’Economia. «L’obiettivo – aggiunge Falcone – è lenire le ferite che la pandemia ha inferto a un comparto che assicura, a qualsiasi ora del giorno e della notte, soluzioni affidabili per la mobilità per tutti. Entro poche settimane il dipartimento Infrastrutture assegnerà le somme ai soggetti in linea con i requisiti che avevamo previsto, quali un numero non inferiore a trenta soci per cooperativa e la sede operativa localizzata in Sicilia».

Pubblicità

 

Il sussidio era stato deliberato dal governo Musumeci e dall’Ars nell’ambito delle misure di sostegno dovute all’emergenza Covid-19.
«Proseguiamo negli interventi di stimolo dell’economia siciliana – aggiunge l’assessore Gaetano Armao – dando seguito alle aspettative di una categoria che fornisce un servizio strategico, ma che mai finora aveva visto la Regione al proprio fianco. Il governo Musumeci ha invertito la tendenza, valorizzando le cooperative radiotaxi».

 

 

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Redazione PA
Redazione PA
Redazione Palermo
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli