,

Librino, primi autobus Amt nel nuovo ospedale San Marco

di

CATANIA – Al via questa mattina il servizio di trasporto pubblico all’interno dell’ospedale San Marco di Catania, istituito grazie all’accordo tra l‘Azienda Metropolitana Trasporti di Catania e l’Azienda Policlinico Vittorio Emanuele, a cui appartiene il nuovo nosocomio. L’ospedale verrà servito dalla linea Librino Express, che è stata potenziata ed effettuerà un percorso anche dentro la struttura ospedaliera, con frequenza di circa 10/15 minuti, nonché dalle circolari di quartiere 802 rossa e nera. Inoltre è previsto che l’Ospedale S. Marco fungerà da capolinea della nuova linea BRT di prossima istituzione, che congiungerà Librino al centro città.

All prima corsa hanno presenziato il sindaco Salvo Pogliese, l’assessore regionale alla salute Ruggero Razza, il direttore generale facente funzione dell’Azienda Policlinico Vittorio Emanuele, Giampiero Bonaccorsi, il presidente Giacomo Bellavia e i consiglieri di amministrazione di AMT Agata Parisi e Serena Spoto.

“L’ospedale San Marco che grazie anche all’impegno dell’assessore Razza ha già avviato i primi reparti, è un presidio fondamentale per Librino, non solo a livello sanitario che servirà una vastissima utenza – ha dichiarato il sindaco Salvo Pogliese – e proprio per questo abbiamo voluto fortemente rafforzare le linee di trasporto pubblico, per consentire ai cittadini di raggiungere l’ospedale il più agevolmente possibile e per collegare il San Marco al resto del quartiere nonché al centro città e di questo va dato atto al presidente Bellavia”.

Dal canto suo, il presidente dell’Amt Giacomo Bellavia si è soffermato sull’intesa dell’azienda di trasporto comunale con l’azienda Ospedaliera Policlinico – Vittorio Emanuele a cui appartiene il San Marco, “che consente di migliorare di fare circolare i mezzi anche all’interno del vasto plesso ospedaliero a tutto vantaggio degli utenti, consentendo di ottimizzare i costi e la qualità del servizio di trasporto pubblico locale in una zona densamente popolata”