Pubblicità

Una strada in frana e due edifici scolastici a rischio. A Santa Lucia del Mela da otto anni si attendeva per poter completare il consolidamento di viale dei Pini, l’arteria principale della cittadina del Messinese, e ripristinare in tal modo le necessarie condizioni di sicurezza per l’asilo nido e la scuola elementare che si trovano sul percorso danneggiato dagli smottamenti e che sono, quindi, potenziali bersagli dell’instabilità del terreno. L’allarme è stato prontamente raccolto dalla Struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico, guidata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, che ha bruciato le varie tappe dell’iter che, a breve, consentirà di realizzare l’intervento. Gli uffici di piazza Ignazio Florio, diretti da Maurizio Croce, hanno infatti già pubblicato la gara per affidare i lavori: l’importo soggetto a ribasso è di un milione e 151mila euro e le offerte potranno essere presentate fino al prossimo 2 agosto.

Nel 2014 si era intervenuti su un primo tratto del viale che consente l’ingresso al paese – rappresentando, di conseguenza, una preziosa via di fuga – ma già allora era chiaro che quelle opere sarebbero state insufficienti per contrastare i movimenti franosi in corso, in un’area da codice rosso e, non a caso, classificata R4. A valle del versante si trova, tra l’altro, il Parco urbano comunale, attrezzato con giochi per bambini. La necessità di operare, quindi, anche nel rispetto dell’ambiente circostante ha suggerito di optare, sui fronti est e sud, per i cosiddetti “muri verdi”, strutture di contenimento che vengono ricoperte con vegetazione. Per il resto, il progetto prevede la realizzazione di paratie, gabbioni metallici e di una rete di raccolta e smaltimento delle acque piovane. La zona, infine, sarà dotata di nuova illuminazione, segnaletica, alberature e panchine, a conferma di un’attenzione che non ha tralasciato alcun particolare.