15 C
Catania
giovedì, Febbraio 29, 2024
spot_imgspot_img
HomeProvincePalermoTeatro Massimo di Palermo: “L’altro”, l’opera di Gery Palazzotto con una dedica...

Teatro Massimo di Palermo: “L’altro”, l’opera di Gery Palazzotto con una dedica a don Pino Puglisi

Nuove forme di narrazione in un teatro d’opera in scena il 22 giugno al Teatro Massimo di Palermo, con una dedica a don Pino Puglisi, il sacerdote ucciso dalla mafia, nel trentennale del suo omicidio.

PALERMO – Dopo la trilogia dedicata ai misteri delle stragi di Capaci e via D’Amelio, Gery Palazzotto firma e dirige un’opera originale con cui esplora nuove forme di narrazione in un teatro d’opera. “L’altro”, in scena al Teatro Massimo il 22 giugno alle 20:30, è un’opera corale, in cui la parola, la musica, la danza si mescolano con la tecnologia delle immagini digitali e una dedica struggente a don Pino Puglisi, il sacerdote ucciso dalla mafia, nel trentennale del suo omicidio.

Pubblicità

A intessere la trama del racconto collettivo sono le musiche composte ed eseguite da Mauro Visconti, nuovo direttore del Conservatorio di Palermo (pianoforte e organo) e Fabio Lannino (basso elettrico e contrabbasso), e da più di cento ragazzi delle formazioni giovanili del Teatro Massimo, la Massimo Youth Orchestra, diretta dal Maestro Michele De Luca, e la Cantoria, diretta dai maestri Salvatore Punturo e Giuseppe Ricotta. Guida il racconto, l’attore Gigi Borruso, in scena insieme ai danzatori del Corpo di ballo del Teatro Massimo, Gaetano La Mantia e Alessandro Cascioli, autori delle coreografie e dei movimenti scenici, che danzano insieme a Yuriko Nishihara. Videomaking di Antonio Di Giovanni e Davide Vallone. Assistente musicale Vincenzo Alioto. Luci Vincenzo Traina.

 

 

Con quattro spari nel buio e un morto sul palcoscenico si apre il sipario su “L’altro”. Ma il morto inaspettatamente si rialza e, pur cosciente della sua condizione, inizia un racconto a ritroso negli anni, nella memoria della Sicilia e nella lunga ferita lasciata aperta dai tanti martiri sacrificati dalla mafia. Nelle sue parole sfilano personaggi che sembrano arrivare da lontano e che invece stavano lì, aspettando che qualcuno li notasse: un prete (don Pino Puglisi), un bambino, un poliziotto e un imprenditore, ricordano con stupore la scoperta della loro condizione di vittime. Ad evocarli sono gli ologrammi proiettati su quattro ledwall sul palco di due metri per uno. Insieme a loro, musica e danza sono protagoniste del racconto che procede con un continuo narrare collettivo alla ricerca dell’assassino. Alla fine, attraverso un gioco di specchi, il morto si ritroverà al punto di partenza ma con la consapevolezza che esistono vittorie assolutamente inutili e sconfitte meravigliosamente feconde.

 

 

Durata: 75’; Biglietti da 10 a 25 euro; Info: https://www.teatromassimo.it/event/laltro/

 

 

 

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Redazione CT
Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli