Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Parte il 30 novembre, con Flavio Bucci, la stagione teatrale del Teatro Regina Margherita di Caltanissetta

Migliori attori e registi del panorama nazionale: da Flavio Bucci a Pamela Villoresi, da Serena Dandini a Lunetta Savino, fino ad Enzo Decaro, Emma Dante e Giorgio Colangeli. Tutti i dettagli della stagione 2019-20

Tempo di lettura: 8 minuti

CALTANISSETTA – La Stagione 2019/2020 del Teatro Regina Margherita di Caltanissetta prende il via sabato 30 novembre con Flavio Bucci, uno dei grandi mattatori della scena nazionale, uno dei volti più amati di teatro, cinema e tv che ha lavorato con i più grandi registi italiani (da Nanni Loy a Dario Argento, da Mario Monicelli a Gabriele Salvatores, da Paolo Virzì a Paolo Sorrentino, solo per citarne alcuni) lungo tutta una carriera dedicata alla recitazione, e che ha preso le mosse dalla Scuola del Teatro Stabile di Torino. Bucci e la sua lunga carriera artistica – ma non solo – è al centro dello spettacolo “E pensare che ero partito così bene…”, un racconto fuori dai denti diretto da Marco Mattolini in cui l’attore torinese passa in rassegna la sua vita, la sua carriera, i successi e le defaillances, attraverso aneddoti e riflessioni filosofiche, citazioni dei suoi lavori e di quelli degli altri, consuetudini, vizi privati e pubbliche virtù dello spettacolo, per disegnare un percorso e un periodo storico e artistico poco lontano nel tempo, ma molto distante da noi, tutto con la proverbiale spregiudicatezza del grande attore.
Prima dello spettacolo, durante un incontro ancora da definire, sarà proprio Flavio Bucci a consegnare un particolare riconoscimento, voluto dall’Amministrazione comunale, all’attore e regista nisseno Giorgio Villa, memoria storica del teatro nisseno e tra i fondatori della Compagnia “Quindici” insieme a Peppe Nasca, per i suoi meriti artistici e per la sua costante dedizione alla diffusione della tradizione teatrale nissena, che ha così commentato: «Ringrazio la sensibilità dell’Amministrazione comunale di Roberto Gambino perché è la prima volta che mi si riconosce di avere dedicato tutta un’intera vita al teatro, posso dire di esserci nato tra le tavole di un palcoscenico, e di averci sempre vissuto. E possa essere d’augurio per future collaborazioni».

Giovedì 12 dicembre è attesa un’altra fuoriclasse del teatro nazionale, Lunetta Savino, protagonista di “Non farmi perdere tempo”, scritto e diretto da Massimo Andrei, che, come recita il sottotitolo, è una “Tragedia comica per donna destinata alle lacrime”. Lunetta Savino, in scena con Eduarda Iscaro, è la giovane Tina, invecchiata prematuramente per una rara patologia che, spinta dalla voglia di concretizzare i suoi progetti prima che sia troppo tardi, riesce a dimostrare ad una sua coetanea come gli eventi tristi spesso hanno un’altra chiave di lettura: quella buffa.
Sabato 14 dicembre il Teatro Regina Margherita registra un gradito ritorno, quello della regista palermitana Emma Dante che torna a Caltanissetta con “Extra Moenia”, spettacolo che vede in scena gli allievi della “Scuola dei mestieri dello spettacolo” del Teatro Biondo di Palermo in una performance che racconta i momenti di una giornata qualunque, un frenetico mosaico che restituisce lo stile e l’originalità di un teatro gestuale e allegorico, che supera i generi e gli schemi convenzionali.
Reduci dal successo ottenuto al XXIV Festival Internacional de Teatro Còmico de Maia (Portogallo), arriva a Caltanissetta giovedì 9 gennaio “Los 4 Cobre” di Theatre Degart, compagnia siciliana punto di riferimento della visual comedy e del clown, che porteranno in scena uno spettacolo innovativo e adatto a tutte le età che fonde l’arte delle maschere (realizzate dai maestri mascherai, ultimi discepoli del compianto artista padovano Donato Sartori) alla poetica dei clown, incontrandosi nella comicità: una comicità “muta” ma rumorosa, mai volgare, che in un susseguirsi di quadri familiari affronta il delicato tema della tempesta mediatica a cui siamo sottoposti e che risucchia tempo ed energie alle relazioni e agli affetti.
Sabato 23 gennaio al Teatro Regina Margherita arriva “Non è vero, ma ci credo” di Peppino De Filippo portato in scena dal regista Leo Muscato che ha ereditato la direzione artistica della compagnia di Luigi De Filippo, e che rispettando i canoni della tradizione di un classico del teatro novecentesco, è riuscito a dare a questa storia un sapore più contemporaneo. Il protagonista dello spettacolo, uno straordinario Enzo Decaro, in questa messa in scena somiglia tanto ad alcuni personaggi di Molier̀e che Luigi De Filippo amava molto: il protagonista della storia è infatti l’avaro, avarissimo imprenditore Gervasio Savastano, che vive nel perenne incubo di essere vittima della iettatura.
La Stagione del Teatro Regina Margherita venerdì 31 gennaio prosegue con “L’ammazzatore”, esempio eccelso di nuova drammaturgia del drammaturgo e attore palermitano Rosario Palazzo-lo, al momento tra gli autori più apprezzati del panorama siciliano, in scena al fianco dell’attore nisseno Salvatore Nocera diretti dal regista Giuseppe Cutino. Giovedì 27 febbraio in scena un super classico di Luigi Pirandello: “L’uomo, la bestia e la virtù” nella rilettura registica del nisseno Giancarlo Nicoletti, di cui saranno protagonisti il David di Donatello Giorgio Colangeli e il pluripremiato Pietro De Silva (nel ruolo del Capitano Perella): due straordinari protagonisti per una rilettu-ra contemporanea e fuori dagli schemi del classico pirandelliano, per uno spettacolo vivo, spietato, esilarante e maledetto.
Giovedì 12 marzo la comicità sempre elegante e mai banale di Serena Dandini approda a teatro con “Serendipity – Memorie di una donna difettosa”, un’opera buffa che mescola il reading alla musica, “disturbata” dagli interventi comici di Germana Pasquero. Venerdì 20 marzo un altro gradito ritorno, quello dell’attrice Pamela Villoresi in “Viva la Vida”, spettacolo liberamente tratto dal monologo di Pino Cacucci, adattato e diretto da Gigi Di Luca, che porta in scena la voce della molteplice natura di Frida Kahlo, una donna capace di afferrare con determinazione la propria sofferenza, elevandola ad una dimensione poetica.
Lunedì 23 aprile spazio alla musica con la voce di una delle interpreti più eccezionali del nuovo canto siciliano di radice popolare, la catanese Rita Botto, accompagnata della Banda di Avola diretta dal maestro Sebastiano Bell’Arte, che a Caltanissetta proporranno un repertorio di canti della tradizione, arrangiati per banda, che attinge a piene mani dai brani resi immortali dalla voce di Rosa Balistreri.
La Stagione 2019/2020 si conclude a maggio con due spettacoli: giovedì 7 andrà in scena “Il Vo-lo del Gabbiano Jonathan Livingston” di Francesco Vitale, spettacolo tratto dal celebre romanzo di Richard Bach, best seller in molti paesi del mondo negli Anni 70, diventato per molti un vero e proprio cult: una fiaba delicata dal forte contenuto morale e spirituale; mentre giovedì 14 maggio si conclude con “Petronia” della pluripremiata compagnia Maniaci d’Amore (nel 2018 hanno ricevuto il Premio della Critica ANCT, assegnato dall’Associazione Nazionale Critici Teatrali), che portano in scena un cortocircuito tra la realtà desolata di due sorelle e l’eccesso di azione della finzione televisiva. Dopo “Il desiderio segreto dei fossili” (premio Teatri del Sacro 2017) i Maniaci d’Amore tornano a “Petronia”, luogo nel quale hanno costruito il loro immaginario livido e sferzante, e realizzano una drammaturgia coraggiosa e urgente.

A fronte di una offerta così ricca e variegata l’Amministrazione comunale di Caltanissetta ha deciso di mantenere comunque contenuti i prezzi dei biglietti e degli abbonamenti, e con l’intento di avvicinare i giovani a teatro ha deciso di estrarre dalla Stagione 2019/2020 quattro spettacoli, particolar-mente adatti anche ad un pubblico di adolescenti e studenti universitari, per i quali potrà essere acqui-stato un abbonamento “più piccolo” ed economicamente più sostenibile. Nello specifico, fanno parte dell’abbonamento “ridotto” gli spettacoli “Extra Moenia” (14 dicembre), “Los 4 Cobres” (9 gennaio), “L’ammazzatore” (31 gennaio) e “Il Volo del Gabbiano Jonathan Livingston” (7 maggio).

VARIAZIONI SU MACBETH marzo 1875 – marzo 2020
In occasione del 145° anniversario dall’inaugurazione del Teatro Regina Margherita l’Amministrazione comunale vuole celebrare il Teatro nisseno (tra i più antichi della Sicilia) con un evento speciale, ad ingresso gratuito, che ne ripercorra i fasti inaugurali. Il Teatro Regina Margherita, completato nel 1873, venne inaugurato due anni più tardi, esattamente nel marzo 1875, con la messa in scena di “Macbeth” di Giuseppe Verdi. Per ricordare e celebrare quell’evento storico che ha donato a Caltanissetta uno dei teatri più belli della Sicilia, nonché per molti anni unico punto di riferimento culturale per l’intera provincia, sarà messo in scena uno spettacolo teatrale intitolato “Variazioni su Macbeth marzo 1875- marzo 2020”, frutto di un laboratorio, rivolto agli studenti di alcune classi delle scuole medie superiori e agli studenti universitari, condotto dall’attore nisseno Michele Celeste.

Il migliore teatro è pronto ad andare in scena al Teatro Regina Margherita di Caltanissetta per la Stagione 2019/2020 organizzata dall’Amministrazione comunale che ha voluto mantenere per gli spettacoli in cartellone un profilo alto e trasversale, proponendo al pubblico una stagione ricca e variegata che include dal 30 novembre al 14 maggio commedie, spettacoli musicali e nuovi linguaggi dell’arte, portati in scena da alcuni dei migliori attori e registi del panorama nazionale e da alcune compagnie siciliane stimate e apprezzate da pubblico e critica. Novità della Stagione 2019/2020 è che l’Amministrazione comunale ha deciso di non avvalersi né di un direttore artistico, né di un consulente, pur avendo dialogato per la stesura della nuova stagione con diversi soggetti e istituzioni culturali, tra cui spicca il Teatro Biondo di Palermo diretto da Pamela Villoresi.

Sabato 30 novembre 2019
E PENSARE CHE ERO PARTITO COSI’ BENE…
Di Flavio Bucci e Marco Mattolini
raccontato e interpretato da FLAVIO BUCCI
con la partecipazione di Almerica Schiavo e Alessandra Puglielli
regia Marco Mattolini

Giovedì 12 dicembre 2019
NON FARMI PERDERE TEMPO
Scritto e diretto da Massimo Andrei
Con LUNETTA SAVINO, Eduarda Iscaro
Scene Daniele Stella
Costumi Annalisa Ciaramella
Musiche Claudio Romano
Luci Lucio Sabatino
Aiuto regia Mario Zinno

Sabato 14 dicembre 2019
EXTRA MOENIA ***
Di e regia EMMA DANTE
Con gli allievi della “Scuola dei mestieri dello spettacolo” del Teatro Biondo
Giulia Bellanca, Costantino Buttitta, Martina Caracappa, Chiara Chiurazzi, Martina Consolo, Danilo De Luca, Adriano Di Carlo, Valentina Gheza, Cristian Greco, Federica Greco, Paola Gullo, Giuseppe Lino, Beatrice Raccanello, Francesco Raffaele, Valter Sarzi Sartori, Calogero Scalici, Maria Sgro, Gianluca Spaziani, Nancy Trabona
realizzato con la collaborazione di Sandro Maria Campagna e Carmine Maringola

Giovedì 9 gennaio 2020
LOS 4 COBRE ***
Theatre Degart
Con Graziana Parisi, Floriana Sabato, Silvia Barbera, Daniele Segalin
Regia Dandy Danno & Diva G
Tecnici Giorgio Intelisano e Giuseppe Ferraù
Ideazione Daniele Segalin
Costumi Graziana Parisi
Studio scenico Odette Rigano & Elena Arcidiacono
Allestimento scenico ed effetti speciali Show Concept
Maschere Teatro Strappato

Sabato 23 gennaio 2020
NON E’ VERO, MA CI CREDO
di Peppino De Filippo
con ENZO DECARO e (in ordine alfabetico) Giuseppe Brunetti, Francesca Ciardiello, Lucianna De Falco, Carlo Di Maio, Massimo Pagano, Gina Perna, Giorgio Pinto, Ciro Ruoppo, Fabiana Russo
scene Luigi Ferrigno
costumi Chicca Ruocco
disegno luci Pietro Sperduti
regia Leo Muscato

venerdì 31 gennaio 2020
L’AMMAZZATORE***
di Rosario Palazzolo
con Salvatore Nocera e Rosario Palazzolo
regia Giuseppe Cutino
scena e costumi Daniela Cernigliaro
disegno luci Petra Trombini
aiuto regia Simona Sciarabba

Giovedì 27 febbraio 2020
L’UOMO, LA BESTIA E LA VIRTU’
Di Luigi Pirandello
Con GIORGIO COLANGELI e PIETRO DE SILVA
e con Valentina Perrella, Cristina Todaro, Alessandro Giova, Diego Rifici, Alessandro Solombrino, Francesco Petit-Bon
Regia Giancarlo Nicoletti

Giovedì 12 marzo 2020
SERENDIPITY Memorie di una donna difettosa
di e con SERENA DANDINI
Reading con disturbi comici e musicali
con Germana Pasquero e il dj Dmitri Cebotari
Collaborazione artistica Paola Cannatello
Organizzazione tecnica Marco Boraso

Venerdì 20 marzo 2020
VIVA LA VIDA
liberamente tratto dal monologo di Pino Cacucci
adattamento e regia Gigi Di Luca
con PAMELA VILLORESI
e con Lavinia Mancuso imusiche di scena e Veronica Bottigliero body painter
scene Maria Teresa D’Alessio
costumi Roberta Di Capua, Rosario Martone

Lunedì 23 aprile 2020
RITA BOTTO E LA BANDA DI AVOLA
Direttore Sebastiano Bell’Arte

Giovedì 7 maggio 2020
IL VOLO DEL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON ***
Dal romanzo di Richard Bach
Adattamento, con e regia Francesco Vitale

Giovedì 14 maggio 2020
PETRONIA
Maniaci d’Amore
Uno spettacolo scritto, diretto e interpretato da Francesco d’Amore e Luciana Maniaci
e con David Meden
Scene e costumi di Stefano Zullo
Luci di Fabio Bonfanti

(***) spettacoli inclusi nell’abbonamento “ridotto”

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci