spot_imgspot_img
HomeProvinceMessinaNuovo Teatro Val d’Agrò: "Centomila, uno, nessuno" con Giuseppe Pambieri chiude la...

Nuovo Teatro Val d’Agrò: “Centomila, uno, nessuno” con Giuseppe Pambieri chiude la stagione

Una produzione Associazione Città Teatro di Luigi Argirò, in scena domenica 26 maggio alle 18.30

Sarà “Centomila, uno, nessuno – la curiosa storia di Luigi Pirandello” (Produzione Associazione Città Teatro) di Giuseppe Argirò a chiudere la stagione “Si alzi il Sipario” del Nuovo Teatro Val d’Agrò di Santa Teresa di Riva (Messina).
Lo spettacolo, che andrà in scena domenica 26 maggio alle 18.30, vedrà protagonista il noto e apprezzato attore Giuseppe Pambieri.

Pubblicità

 

Presentazione: Un viaggio ironico e appassionato nel multiforme universo dello scrittore siciliano, un ritratto inedito disegnato attraverso le figure più significative della sua vita, le sue opere, il suo pensiero; una riflessione scanzonata e umoristica sull’uomo del Novecento, a cui solo la scena può dare voce.

 

Lo spettacolo, affidato alla maestria di Giuseppe Pambieri, racconta gli aspetti meno conosciuti dell’esistenza di Pirandello: dal rapporto con la domestica Maria Stella che nutrì l’immaginazione religiosa dell’autore e il suo magico mondo popolare, tanto da guadagnarsi una citazione nella prefazione dei Sei personaggi, alla figura del precettore, custode del suo apprendistato culturale, dai tumultuosi anni giovanili e dal rapporto conflittuale con il padre al soggiorno tedesco e agli amori, specchio di un immaginario erotico ossessivo e di una personalità complessa e tormentata.

 

La direttrice artistica del Nuovo Teatro Val d’Agrò, Cettina Sciacca, traccia un bilancio di questa stagione che sta per volgere al termine: “Siamo soddisfatti dell’offerta culturale che, in questi intensi mesi abbiamo proposto al nostro pubblico, da sempre molto attento, serio, critico e che apprezza la bravura degli artisti che si susseguono su questo palco. Registro un grande entusiasmo e i numeri sulle presenze di questa stagione lo testimoniano. Sto lavorando al cartellone del prossimo anno, che è quasi tutto definito, con spettacoli che ho visto personalmente cercando di scegliere un teatro di qualità che il nostro pubblico possa apprezzare”.

 

“Abbiamo iniziato la campagna abbonamenti con diritto di prelazione che può essere esercitato entro il 30 maggio, mentre per tutti gli altri c’è tempo fino al 30 giugno. Stiamo valutando se fare gli spettacoli non solo la domenica, ma anche il sabato. Per fare ciò, dobbiamo raggiungere un certo numero di adesioni per poter affrontare questo ulteriore sforzo economico. Non è semplice portare degli spettacoli di livello con degli artisti di importanza nazionale, coprendo anche tutte le spese connesse a queste trasferte. Abbiamo lavorato con costanza e determinazione. Ringraziamo i nostri sponsor e tutti coloro che ci supportano in questo cammino. Possiamo considerare il Nuovo Teatro Val d’Agrò come un avamposto di cultura, un luogo di incontro e scambio”, conclude la direttrice artistica.

 

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Redazione CT
Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli