Naomi Osaka

Parigi, 1 giu.  – I tornei dello Slam si sono impegnati a lavorare per migliorare l’esperienza dei giocatori nei maggiori tornei dopo il ritiro di Naomi Osaka dal Roland Garros. Una forte dichiarazione congiunta degli Slam di domenica aveva minacciato la numero due del mondo di squalifica e divieto di accedere nei tornei futuri se non avesse annullato la sua decisione di non adempiere ai suoi impegni con i media, ha alimentato le fiamme di quello che era già diventato un importante argomento di discussione. Osaka ha annunciato il suo ritiro lunedì, rivelando le sue lotte con la depressione, e un’altra dichiarazione degli slam di martedì ha assunto un tono molto diverso.

Pubblicità

“A nome del Grande Slam, desideriamo offrire a Naomi Osaka il nostro supporto e assistenza in ogni modo possibile fuori dal campo”, si legge nella dichiarazione. “È un’atleta eccezionale e non vediamo l’ora che torni non appena lo riterrà opportuno. La salute mentale è una questione molto impegnativa, che merita la nostra massima attenzione. È sia complessa che personale, poiché ciò che colpisce un individuo non ne influenza necessariamente un altro. Lodiamo Naomi per aver condiviso con le sue stesse parole le pressioni e le ansie che sta provando e siamo empatici con le pressioni uniche che i giocatori di tennis possono affrontare. Mentre il benessere dei giocatori è sempre stato una priorità per gli Slam, la nostra intenzione, insieme a Wta, Atp e Itf, è di promuovere la salute mentale e il benessere attraverso ulteriori azioni”.

Gli slam, tuttavia, hanno nuovamente sottolineato la necessità di mantenere l’equità attraverso i regolamenti. “Insieme, come comunità, continueremo a migliorare l’esperienza dei giocatori nei nostri tornei, anche per quanto riguarda i media”, si legge nella dichiarazione. “Il cambiamento dovrebbe avvenire attraverso la lente del mantenimento di un campo di gioco equo, indipendentemente dalla classifica o dallo status. Lo sport richiede regole e regolamenti per garantire che nessun giocatore abbia un vantaggio sleale su un altro. Intendiamo lavorare a fianco dei giocatori, dei tour, dei media e della più ampia comunità di tennis per creare miglioramenti significativi. Come grandi Slam, miriamo a creare il palcoscenico per i giocatori per ottenere i più alti riconoscimenti nel nostro sport”.
(Adnkronos)