Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Il mondo del calcio piange la scomparsa di Pietro Anastasi, catanese illustre

Nato a Catania il 7 aprile del 1948 diventò un mito calcistico della rivalsa meridionale

Tempo di lettura: < 1 minuto

Il mondo del calcio piange la scomparsa di Pietro Anastasi, Campione d’Europa con la Nazionale italiana nel 1968, atleta talentuoso e uomo capace di tracciare un luminoso esempio che sarà sempre prezioso per tanti giovani sportivi. Ci lascia un catanese illustre, formato calcisticamente nella nostra città e poi ammirato per le ripetute prodezze in Serie A e in maglia azzurra. Alla famiglia Anastasi, giungano le sincere condoglianze del Calcio Catania.

Nato a Catania il 7 aprile del 1948 diventò un mito calcistico della rivalsa meridionale, grazia al quale gli venne dato il vezzeggiativo appellativo di ‘Pietruzzo’, per evidenziare la sua origine siciliana. Con la Juventus il bomber bianconero vinse tre scudetti li fece innamorare tutti tra vittorie memorabii e grandi partite. Alla Juventus Pietro regala anni straordinari fino al 1976 per un totale di 303 presenze e 130 gol.
Sul sito ufficiale della Juventus si legge: “Oggi è un giorno triste per tutta la Juventus, per il calcio italiano e per tutti coloro che lo hanno conosciuto. Pietro Anastasi ci ha lasciato all’età di 71 anni”.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci