Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

WonderTime: “Il tuo codice Morse” porta il linguaggio amoroso a Palazzo Gravina Reburdone

La sera alle 21, a palazzo Gravina Reburdone, in via Vittorio Emanuele II, 16, la performance teatrale, “Il tuo codice Morse” regia di Paola Greco

CATANIA – Doppio appuntamento domani, 24 luglio, per WonderTime, la rassegna internazionale di arte diffusa, che continua a riscuotere grande successo.
Ad aprire la giornata di eventi il contest di scrittura creativa per immagini – tecnica e struttura cinematografica, a cura dello sceneggiatore Davide Chiara, che si terrà dalle 15 alle 19 all’interno della Fondazione YMCA Italia, in viale Kennedy 10, a Catania.
Finalità del corso, l’apprendimento dei fondamenti di scrittura e la realizzazione per ogni partecipante di un soggetto per lungometraggio scritto in forma di racconto letterario (minimo 10 pagine).
I 6 lavori più validi tra questi saranno inseriti all’interno di un’antologia e premiati, con una cerimonia ufficiale al porto di Catania, il prossimo 27 luglio.
La sera alle 21, invece si ritorna a palazzo Gravina Reburdone, in via Vittorio Emanuele II, 16, con la performance teatrale, “Il tuo codice Morse” tratto dal libro “Scritto sul tuo corpo” di Jeanette Winterson con Elodie Franques, Carla Matilde Iuvara ed Erica Donzella con la regia di Paola Greco.
“Il tuo codice Morse” è un flusso sinuoso di azioni e parole, un intreccio di battiti ed emozioni che scandiscono un linguaggio amoroso.
Tre donne in scena, tre personaggi che incarnano l’eros tra perdita, memoria e coscienza. Parole scritte e interpretate da voce, corpo e pensiero, in forma di commento, spiegazione e opinione. Un rapporto amoroso raccontato da riflessioni intime e confidenziali, capaci di aprire brecce di pensiero e suscitarne emozioni fisiche e astratte, come scritte sulla membrana del cuore.
Il progetto desidera scavare a fondo sull’argomento con l’intento di provocare una qualsivoglia azione collettiva, per far sì che il concetto di Amore rientri nel nostro vocabolario quotidiano, non banale, ma come un monito necessario al cambiamento.
A curare la regia dello spettacolo Paola Greco, che da 15 anni si occupa d’informazione e formazione teatrale, all’insegna della sperimentazione e della ricerca. Realizza diversi cortometraggi e documentari e lavora come aiuto regia e acting coach in varie produzioni cinematografiche. In seguito alla chiusura del Teatro Club, si trasferisce a Parigi dove lavora come regista, autore e insegnante e inspirata dal contesto artistico parigino inizia un nuovo percorso personale di espressione artistica, realizzando diverse opere d’arte pittorica. Nel 2017 decide di rientrare a Catania dando vita ad una nuova realtà culturale per la città: OPEN – Creative Work Space, uno spazio che raccoglie contenuti, invita alla curiosità e alla voglia di pensare, fare e condividere cultura.
Suggestioni, emozioni e bellezza sono dunque il leitmotiv della kermesse che dal 30 giugno, sta attraendo centinaia di visitatori in un excursus alla scoperta del cuore di Catania, la “Civita”.
Un mese intero di mostre d’arte, spettacoli, tra musica, teatro, balletti alla ricerca dell’Eros, che non si trova su Wikipedia, ma l’Eros che genera emozioni e vibrazioni positive, desiderio e abbraccio, vita e sentimento.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci