Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Sindacato della Polizia di Stato SIAP dona generi alimentari all’Associazione Culturale “Gammazita”

Il segretario Tommaso Vendemmia: "Continueremo nella nostra opera sostenendo il Punto di Raccolta Alimentare attivo in Piazza Federico di Svevia, presso la sede dell’associazione culturale Gammazita a cui va la nostra riconoscenza per l’attività svolta"

Tempo di lettura: < 1 minuto

CATANIA – Il Sindacato della Polizia di Stato SIAP, ha avviato una raccolta continuativa, tramite tutti i nostri rappresentanti e dirigenti, di generi di prima necessità tra tutti i poliziotti delle varie specialità nella sede di Catania, finalizzata alla donazione per le famiglie catanesi che in questo particolare momento affrontano con difficoltà evidenti il quotidiano. La prima parte dei generi alimentari raccolti, in queste prime due settimane, tra cui 100 kg di generi alimentari e 120 “Colombi Pasquali Dais” donati dalla Ditta, a cui va il nostro ringraziamento, è stata consegnata ai giovani dell’Associazione Culturale “Gammazita” che si occupa di promozione sociale, impegnata ogni giorno nella riqualificazione urbana e nella diffusione di processi di aggregazione all’interno del quartiere in cui opera, San Cristoforo. I quartieri popolari di Catania stanno vivendo una situazione drammatica: l’emergenza del Coronavirus ha peggiorato le condizioni di vita degli abitanti considerati già in precedenza soggetti a rischio e, l’impossibilità di autosostentamento, getta nella disperazione centinaia di famiglie da cui ci sentiamo in obbligo come poliziotti e cittadini, di contribuire al loro bisogno. Continueremo nella nostra opera sostenendo il Punto di Raccolta Alimentare attivo in Piazza Federico di Svevia, presso la sede dell’associazione culturale Gammazita a cui va la nostra riconoscenza per l’attività svolta.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci