Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Pranzo di solidarietà nel IV municipio di Catania

“A Natale nessuno dev'essere dimenticato- dichiara il presidente del IV municipio Erio Buceti- il pranzo della solidarietà diventa, quindi, l'occasione per agire tutti insieme come una famiglia

Tempo di lettura: < 1 minuto

CATANIA – Un messaggio di speranza e aggregazione reso possibile grazie ad una tavola imbandita e alla volontà di dare serenità alle famiglie più indigenti nel periodo più bello dell’anno. Il “pranzo della solidarietà”, organizzato dagli studenti dell’istituto alberghiero “Karol Wojtyla” di Catania con la collaborazione del municipio di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo”, rappresenta una tradizione consolidata per dare conforto a tante persone che vivono in contesti quotidiani molto difficili. “A Natale nessuno dev’essere dimenticato- dichiara il presidente del IV municipio Erio Buceti- il pranzo della solidarietà diventa, quindi, l’occasione per agire tutti insieme come una famiglia. Una famiglia in cui i primi aiutano gli ultimi per smuovere le coscienze delle persone. A questo proposito- prosegue Buceti- desidero ringraziare la dirigente dell’istituto alberghiero “Karol Wojtyla” di Catania Daniela di Piazza che, come sempre, si è attivata con i suoi studenti affinchè questo evento riscuotesse il successo dovuto. Come ogni anno gli studenti hanno lavorato con enorme professionalità e competenza per rendere questo pranzo indimenticabile». Solidarietà, amicizia e fratellanza per dare conforto a molte famiglie e dimostrare che a Natale nessuno viene dimenticato. Un concetto ribadito anche dai consiglieri della IV municipalità Giuseppe Zingale, Giuseppe Ragusa, Mirko Giacone e Giovanni Curia presenti oggi.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci