spot_imgspot_img
HomeSicilian FoodIl 4 dicembre “arrivano” gli Spumanti dell’Etna: inebriante domenica al Palazzo Biscari...

Il 4 dicembre “arrivano” gli Spumanti dell’Etna: inebriante domenica al Palazzo Biscari di Catania

“Tutto ciò che la natura ha di grande, tutto ciò che ha di piacevole, tutto ciò che ha di terribile, si può paragonare all’Etna e l’Etna non si può paragonare a nulla”. Dominique Vivand Denon, “Voiage en Sicilie”, 1788

La presentazione dell’evento che si terrà il 4 dicembre a Palazzo Biscari organizzato dall’Associazione Spumanti dell’Etna, da Scirocco Mediterranean Creative Lab, Fondazione Italiana Sommelier, Bibenda, al Bistrot Uzeta di Catania, è stata veramente entusiasmante sia nell’organizzazione che nei contenuti, sapientemente veicolata anche attraverso l’ottimo “rinfresco”, con lo spumante etneo offerto da Graziano Nicosia accompagnato dalla squisita “frittura” del bistrot. L’apertura da parte di Adalberto Catanzaro (direttore marketing e comunicazione Vinup e Allfoodsicily), e gli interventi di Francesco Chittari (presidente Spumanti dell’Etna), e Danilo Catania (Scirocco/Web designer) sono stati brillanti, eloquenti e dinamici espressioni di una nuova tendenza che unisce e si riassume nel neologismo inglese, Glocal: “Pensa globalmente agisci localmente”. Il globale ed il locale possono essere visti come i due lati della stessa medaglia. La “glocalizzazione” pone al centro della sua “filosofia”, l’individuo, la persona umana, il patrimonio locale materiale e immateriale della persona e del gruppo di appartenenza espandendo la propria unicità nel globale e quindi esportando nel mondo la propria identità.

Pubblicità

Francesco Chittari presidente dell’Associazione Spumanti dell’Etna: “Fu un’intuizione del 2018 a dare l’inizio al nostro percorso di valorizzazione degli spumanti etnei. La necessità di raccontare in centro città cosa stesse succedendo sull’Etna, la distanza della città dai prodotti di eccellenza, per mettere in un luogo prestigioso i produttori di spumante, circa una trentina di aziende con metodo classico e vinificazioni che vengono prodotte sia da vitigni autoctoni come il Nerello mascalese o il Carricante, o vitigni internazionali presenti anche sull’Etna. Crediamo molto in questi prodotti perché lo spumante non solo è il vino della festa, e celebrazione di eventi indimenticabili, ma è anche il modo di raccontare un territorio con diverse sfaccettature e diversità “l’essere matrice comune” dove l’Etna è protagonista all’interno di un palazzo nobiliare, che racconta la storia dei Principi di Biscari protagonisti delle nostre ataviche tradizioni. Come battuta ironica amo dire: I francesi presentano i loro champagne nei castelli, noi presentiamo i nostri spumanti nei palazzi nobiliari!

 

Ci saranno banchi di assaggio delle migliori cantine che aderiranno all’evento, chef siciliani e diversi produttori di eccellenza. Ogni edizione di Spumanti dell’Etna è stato un crescendo: tavoli di discussione, masterclass banchi di assaggio e confronto fino alla creazione dell’Associazione Spumanti dell’Etna che vuole raccogliere produttori, comunicatori e appassionati per valorizzare gli spumanti dell’Etna. Nei quattro anni di attività sono arrivati premi e riconoscimenti nazionali e la critica comincia a guardare con interesse gli spumanti etnei e quindi emerge la necessità di fare squadra, creare sinergia e contribuire, ognuno nel rispetto del proprio ruolo, alla crescita di questo territorio. Non ultima la scelta degli chef che si sfideranno e declineranno le proprie abilità nella costruzione di piatti freddi. La cucina di qualità dimostra il valore dei cibi crudi o precedentemente cucinati per essere a spreco zero o senza l’utilizzo di luce e gas. Spazio alle marinature, fermentazioni, condimenti con grande cura della materia prima saranno il valore aggiunto. Una giuria qualificata e i partecipanti all’evento determineranno il piatto vincitore”.

La storia della spumantistica siciliana ebbe inizio grazie all’intuizione del Barone Spitalieri con la creazione nel 1870 del primo spumante siciliano prodotto con uva 100% Pinot nero. Una tradizione poi ripresa alla fine degli anni Ottanta dalla cantina Murgo, con il suo primo Blanc de Noir prodotto da uve del Nerello mascalese.

I banchi d’assaggi non saranno l’unico appuntamento della giornata, infatti, all’interno delle sale di Palazzo Scammacca, la mattina del 4 dicembre si avrà la possibilità di partecipare (a numero chiuso) alla masterclass dal titolo “Non chiamatemi rosé” con un focus sulle aziende etnee che si caratterizzano nella produzione degli spumanti di rosato dell’Etna. Seguirà nel pomeriggio una tavola rotonda con degustazione dal titolo: “Le bollicine come scoperta di territori”.
Per partecipare a questo meraviglioso evento “viaggio”: www.spumantidelletna.it

Il 4 dicembre “arrivano” gli Spumanti dell’Etna: inebriante domenica al Palazzo Biscari di Catania

Un po’ di storia: Il palazzo dei Paternò Castello, Principi di Biscari è, insieme al Monastero dei Benedettini San Nicolò l’Arena, l’edificio più importante e noto dell’architettura settecentesca a Catania. Sorge su un tratto delle mura cinquecentesche della Città, sulle quali, subito dopo il terremoto del 1693, Ignazio Paternò Castello III Principe di Biscari, ottenne il permesso di elevare il palazzo dal luogotenente generale Giuseppe Lanza duca di Camastra, artefice della ricostruzione di Catania, inviato del Re di Spagna Carlo II d’Asburgo. Palazzo Biscari, faceva parte del Gran Tour che gli intellettuali e i nobili effettuavano in Europa. Infatti abbiamo testimonianze di intellettuali, artisti e scrittori stranieri, da Houël a Goethe da Denon a Brydone.

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Susanna Basile
Susanna Basilehttp://www.susannabasile.it
Susanna Basile Assistente di redazione Psicologa e sessuologa
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

La vignetta di SR.it

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli