Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Vaste aree di Catania al buio, le considerazioni del comitato Romolo Murri

Le segnalazioni del comitato e da parte di cittadini che oltre alla propria incolumità hanno paura di avere anche brutti incontri che potrebbero essere incentivati dall'oscurità

Tempo di lettura: < 1 minuto

CATANIA – Il comitato Romolo Murri accoglie le considerazioni di cittadini intimoriti e la nota che ci giunge non è affatto rassicurante: “Non solo il viale Tirreno, perché il problema di interi rioni al buio a Catania non riguarda, in questo momento, solo la parte ovest di Trappeto Nord. Molti altri quartieri della città soffrono il problema della più totale oscurità con lampioni che non funzionano. Situazioni quasi fa film horror dove ci può essere,ad ogni angolo, il rischio di scippi o rapine. Per queste ragioni il Comitato Romolo Murri, attraverso il suo presidente Vincenzo Parisi, chiede a questa amministrazione di prendere provvedimenti adeguati al caso. Un quartiere per essere sicuro e vivibile non può fare a meno della pubblica illuminazione. L’ultimo caso, segnalato dai cittadini, riguarda la zona del viale San Pio X. Qui l’unica luce proviene dalle auto che transitano, mentre la piazza, che rappresenta il principale punto di aggregazione del quartiere, è illuminata dalla chiesa. È tollerabile tutto questo? Assolutamente no, perché che si tratti di difficoltà provocate dalle lampadine fulminate o da un eventuale furto di rame, poco importa: il problema va risolto. Molti utilizzano i cellulari oppure le torce, soprattutto nelle vie interne del rione, per evitare brutte sorprese. Disagi e problemi riguardano anche gli automobilisti che, in queste condizioni, rischiano di investire il povero pedone”.
Vincenzo Parisi presidente comitato cittadino Romolo Murri

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci