Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

San Gregorio, concluso il progetto “Vulcani di Sicilia e evoluzione geologica dell’Etna”

7

SAN GREGORIO (CT) – Approfondire la conoscenza dei vulcani siciliani, e in particolar modo l’evoluzione geologica dell’Etna, grazie ad un progetto formativo che ha visto oltre 70 studenti dell’Istituto comprensivo “Falcone-Verga” di Aci Castello protagonisti delle “lezioni” in aula e sul campo. Il progetto “Vulcani di Sicilia e evoluzione geologica dell’Etna”, infatti, si è concluso proprio con la visita guidata alla Riserva naturale integrale “Complesso Immacolatelle e Micio Conti” di San Gregorio, l’area protetta gestita dal centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania.
Grazie al progetto – promosso dal Cutgana, nell’ambito delle attività di ScuolAmbiente, e dall’istituto comprensivo diretto dal dirigente scolastico Natalino Fraggetta – gli studenti hanno approfondito la geologia del territorio siciliano in cui sono presenti la maggior parte dei vulcani attivi italiani e tra questi l’Etna.
Nel corso delle lezioni in aula – tenute dagli esperti del Cutgana (il direttore dell’area protetta di San Gregorio, Giovanni Sturiale, e la responsabile del progetto ScuolAmbiente, Emilia Musumeci) e dai docenti Enrico Di Stefano, Gisella Arancio e Roberto Calvagno del “Falcone-Verga” – hanno sottolineato gli aspetti legati alla convivenza con un vulcano attivo e con un territorio continuamente modificato dalle attività eruttive parossistiche e sismiche.
Nell’area protetta – grazie alla visita guidata condotta dagli esperti del Cutgana Sandro Privitera, Carlo Prato, Mauro Contarino, Giovanni Sturiale e Emilia Musumeci – gli studenti hanno visitato la grotta “Micio Conti” che fa parte del “Complesso Immacolatelle e Micio Conti”, costituito da un sistema di 14 cavità vulcaniche all’interno di un campo lavico a morfologia hawaiiana presenti in un tipico paesaggio agrario caratterizzato dalla presenza di un sistema diffuso di casudde, saje e muri a secco, approfondendo gli aspetti principali legati alla formazione delle grotte vulcaniche etnee e del ricco patrimonio naturalistico e demo-etnoantropologico.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci