Sicilia Report
Sicilia Report

Rallenta contagio in Sicilia: giù i positivi ma crescono i ricoveri in terapia intensiva

L'Ufficio Statistica del Comune di Palermo, in base alle informazioni del dipartimento della Protezione civile, ha diffuso il report dei dati Covid

Palermo, 25 gen. – Rallenta il contagio in Sicilia. L’Ufficio Statistica del Comune di Palermo, in base alle informazioni del dipartimento della Protezione civile, ha diffuso il report dei dati Covid: emergono i primi segnali di rallentamento della pandemia nell’Isola, dove rispetto alla settimana precedente sono diminuiti i nuovi positivi e sono cresciuti meno i ricoverati e i deceduti. Sono, però, aumentati ancora gli ingressi in terapia intensiva. In particolare, nella settimana appena conclusa i nuovi positivi in Sicilia sono 9023, il 28,8 per cento in meno rispetto alla settimana precedente, quando si era registrato il valore più elevato dall’inizio della pandemia. I tamponi positivi sono pari al 23,1 per cento delle persone testate, in sensibile diminuzione rispetto al 29,9per cento della settimana precedente.

Bottone 980×300

Il numero degli attuali positivi è pari a 47.654 (valore più elevato dall’inizio della pandemia), 1.229 in più rispetto alla settimana precedente, mentre le persone in isolamento domiciliare sono 45.996, ossia 1.201 in più rispetto alla settimana precedente. I ricoverati sono 1.658, di cui 227 in terapia intensiva: rispetto alla settimana precedente sono aumentati di 28 unità (di cui +19 in terapia intensiva).

Nella settimana appena conclusa si sono registrati 121 nuovi ingressi in terapia intensiva (in aumento dell’8 per cento rispetto ai 112 della settimana precedente). Il numero dei guariti (78.872) è cresciuto di 7.557 unità rispetto alla settimana scorsa. La percentuale dei guariti sul totale positivi è pari al 60,8 per cento (era il 59,1 per cento domenica scorsa). Il numero dei deceduti, pari a 3226, è aumentato di 237 unità rispetto alla settimana precedente. Il tasso di letalità (deceduti/totale positivi) è pari al 2,5 per cento (come domenica scorsa). Infine, i ricoverati complessivamente rappresentano il 3,5 per cento degli attuali positivi (i ricoverati in terapia intensiva lo 0,5 per cento).
(Adnkronos)

Commenti