Primo Corso di Formazione Interventi integrati nelle demenze

di
Sabato 11 Maggio, dalle 08.00 alle 19.30, si svolgerà a Catania il primo Corso di Formazione accreditato ECM e CROAS dal titolo "Interventi integrati nelle demenze - Le terapie assistite non farmacologiche" con relatori d'eccellenza presso il Plaza Hotel.

CATANIA – Il corso “Interventi integrati nelle demenze – Le terapie assistite non farmacologiche” mira a promuovere una nuova visione, più concreta, del concetto di assistenza e supporto della persona, infatti i temi affrontati spaziano da “Ambiente terapeutico Meditè” a “Introduzione al Metodo Validation” e ancora da “Skills e lavoro di squadra” a “Il Metodo Montessori nelle demenze”.

Il Corso è rivolto a Medici, Psicologi, Assistenti Sociali, Fisioterapisti, Educatori, Infermieri, Oss, Osa, Badanti, Dame di Compagnia, Caregiver e Familiari.

Gli obiettivi sono:

  • Acquisire nuove conoscenze di modelli che vedono coinvolti non soltanto la persona e la sua malattia, ma tutto ciò che con essa entra in relazione;
  • Rinforzare il concetto di equipe e della sana e funzionale comunicazione tra tutti gli attori che ne fanno parte;
  • Sentirsi più efficaci e competenti nel lavoro, ottimizzando le energie nella gestione della persona attraverso metodi e approcci non farmacologici da applicare non solo in strutture sanitarie e socio-sanitarie ma anche a casa per migliorare la qualità di vita della persona, degli operatori e dei familiari.

Gli interventi scientifici prevedono la presenza di qualificati relatori come: il Dott. Tommaso Careri (Enna/Catania), la Dott.ssa Giusy Carrubba (Milano), il Dott. Marcello Barbafiera (Pistoia), il Dott. Nello Di Mauro (Catania), la Dott.ssa Antonietta Invernizio (Vittoria), la Dott.ssa Venera Cannavò (Acireale) e la Dott.ssa Serena Iudica (Acireale).

 

Purtroppo negli ultimi anni si è dovuto accettare, anche se a malincuore, il fallimento della ricerca nel mondo della sperimentazione farmacologica e quindi la possibilità di curare la demenza in maniera sostanziale attraverso il farmaco. Questa dura realtà, però, non può fungere da giustificazione obbligando chi ne è affetto e i tanti familiari a rassegnarsi. Non è possibile sentirsi inermi dinanzi alla malattia soprattutto se si parla della vita di centinaia di migliaia di persone che spesso sono rappresentate dai nostri nonni. Come afferma il Prof. Marco Trabucchi, Presidente Nazionale dell’Associazione Italiana di Psicogeriatria “La mancanza di “pillole” non giustifica assolutamente la mancanza di cure!”

Dott.Careri e Prof.Trabucchi

“Il primo passo è dunque la formazione dei caregiver e degli operatori affinché possano rappresentare un punto di riferimento costante nella presa in carico e cura di coloro che sono affetti da demenza”, afferma il Dott. Tommaso Careri, Direttore dell’Ambulatorio di Neuropsicologia e Presidente della Coop. Sociale Global Service, noto per il suo lavoro costante nel mondo del benessere psicofisico e nella ricerca su problemi legati al decadimento cognitivo che spesso sfocia in demenza, da sempre vicino alle fragilità di coloro che vivono una condizione di disagio.

Da alcuni dati emerge che “In Sicilia sono oltre un milione le persone con più di 65 anni, circa il 21% della popolazione, di questi più di 50.000 persone sono affette da demenza, inoltre l’indice di vecchiaia nel 2018 per la Sicilia riporta che ci sono 149,3 anziani ogni 100 giovani”.

Per tale ragione è necessario accrescere la conoscenza e la preparazione di chi deve prendersene cura, quindi, “aiutare chi aiuta” e rispondere alla pressante esigenza di personale competente e adeguato alla cura delle demenze.

Da anni la Global Service si occupa di stare vicino alle persone portatrici di disagio psico-fisico e alle loro famiglie, assistendo le fasce svantaggiate della popolazione attraverso numerose iniziative gratuite come lo screening nelle piazze o l’organizzazione di autorevoli convegni scientifici e di momenti di confronto con il territorio e le istituzioni. I servizi socio-sanitari offerti per i cittadini come la valutazione neuropsicologica, la riabilitazione e il potenziamento non solo neurocognitivo ma anche motorio, il tutto in collaborazione con un team di professionisti, hanno il fine di decongestionare gli ospedali e di favorire le cure.

Per info e iscrizioni contattare il 339.4693167 o scrivere alla mail info@csgs.it.