Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Gli oligoelementi: i catalizzatori della vita cellulare

“Il suolo fa l'erba, l'erba fa il suolo, il suolo fa l'Uomo. L'animale e l'Uomo sono la fotografia biochimica del suolo. Sconvolgendo l'equilibrio del suolo, sconvolgiamo l'equilibrio del sangue”. A.Voisin

26

Gli oligoelementi sono elementi presenti in piccole concentrazioni nel nostro organismo, ma hanno una funzione molto importante per la vita della cellula stessa, infatti accelerano e stimolano le funzioni che producono tutti i fenomeni della vita. Gli oligoelementi svolgono funzioni catalitiche, attivano ormoni, partecipano al metabolismo degli zuccheri, delle proteine e dei grassi, partecipano ai meccanismi di difesa e alla lotta contro i radicali liberi. Un catalizzatore è una sostanza che modifica la velocità di una reazione chimica, solitamente accelerandola, senza subire modificazioni da questa reazione. La funzione di catalizzatori è detenuta dagli enzimi costituiti da proteine che si attivano solo in presenza di oligoelementi. Ogni singola cellula del nostro corpo rappresenta un microscopico laboratorio in cui si verificano un numero imponente di reazioni, ordinate dalla attività specifica e selettiva degli enzimi. Purtroppo a causa di inquinamenti ambientali, come sostanze chimiche immesse nell’ambiente o manipolazioni alimentari eseguite sui cibi processati dalle industrie alimentari, rendendo un cibo morto dal punto di vista nutrizionale o processi infiammatori dovuti a malattie, succede che l’attività delle reazioni, che servono al mantenimento in buona salute degli esseri viventi, comportano fenomeni di blocco degli oligoelementi presenti nell’organismo, con l’inattivazione parziale o totale dell’attività degli enzimi, da loro presieduta. Tale fenomeno è definito “chelazione”. Così il primo indirizzo di oligoterapia, introdotto negli anni ‘30, dal medico francese Jacques Ménétrier, utilizzava oligoelementi catalitici perché la catalisi sta ad indicare che l’azione della sostanza avviene velocemente, inoltre la forma ionizzata permetteva una biodisponibiltà cioè una rapida entrata nella circolazione sanguigna. Con l’utilizzo dell’Oligoterapia Catalitica l’organismo può acquisire la capacità di ripristinare le funzioni regolatorie dei processi vitali per il mantenimento di uno stato di equilibrio metabolico. In base all’osservazione clinica, J. Ménétrier individuò 4 grandi disposizioni generali latenti, ereditarie o acquisite che definì “diatesi”. Per ogni “diatesi” precisò le caratteristiche cliniche e gli oligoelementi specifici. Nel corso della vita si passa lentamente dalle diatesi 1 e 2, dette “diatesi di nascita”, in quanto condizionate dal patrimonio genetico e familiare, alle diatesi 3 e 4, dette “diatesi di involuzione”. Le prime due sono definite “diatesi giovani” perché esprimono vitalità, capacità di difesa e di adattamento, mentre le ultime due sono dette “vecchie” per il progressivo venire meno della vitalità. Le diatesi sono quattro e precisamente: allergica, ipostenica, distonica e anergica. Il prossimo articolo entreremo nel dettaglio della loro applicazione.

 

Dott.ssa Barbara Sambataro biologa

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci