,

Presentato a Roma lo “smart-walker”, deambulatore intelligente per assistere le persone anziane

di
Dieei e ‘Archimede’ vincono una competizione della manifestazione di robotica “Romecup 2019”

ROMA – Un neolaureato magistrale in Automation Engineering, Natalino Di Lorenzo, guidato dal prof. Giovanni Muscato, e lo studente Ludovico Papale della classe 5 A Elettrotecnica dell’“Archimede” di Catania, guidato dal prof. Domenico Ardito, hanno presentato a Roma il progetto finale dello “Smart-Walker”, un deambulatore intelligente di ausilio alle persone anziane.
Di Lorenzo e Papale hanno rappresentato rispettivamente il dipartimento di Ingegneria elettrica elettronica e informatica dell’Università di Catania e l’Istituto tecnico catanese alla manifestazione Romecup 2019, all’interno della quale sono organizzate diverse competizioni dedicate alla robotica di importanza sociale e produttiva, vincendo il primo premio per la categoria “NonniBot”, l’automazione al servizio delle persone anziane per il miglioramento ed una maggiore sicurezza della loro vita.

I due giovani hanno collaborato attivamente per ottimizzare il progetto del robot dotato di sensori di ostacolo e centralina Nucleo STM32, forniti dalla STMicroelectronics, e con attuatori dei servocomandi digitali per azionare un sistema di frenatura automatica. Il Dieei ha progettato la soluzione elettronica ed informatica nell’ambito delle attività del progetto Italia-Malta NATIFLIFE, mentre l’apporto dell’Istituto Archimede è stato orientato alla progettazione e stampa 3d e taglio laser delle strutture di copertura dei sensori, della centralina ed al loro supporto meccanico. La progettazione e realizzazione sono state poi eseguite in accordo alle dimensioni dell’apparato e all’esigenza di rendere efficienti le azioni di sensori ed attuatori di frenata. Il risultato finale è stato molto apprezzato sia dal pubblico che ha visitato lo stand espositivo che da alcune aziende del settore, e lo Smart-Walker ha conquistato anche la ribalta delle televisioni nazionali, con interviste su Tg1 e Tg2 ai due giovani progettisti.