spot_imgspot_img
HomeSaluteBenessereL’allungamento muscolare

L’allungamento muscolare

Meglio conosciuto come stretching, rappresenta una parte fondamentale dell’allenamento, della prevenzione e del recupero. Esso dovrebbe far parte della vita quotidiana di ognuno di noi in quanto permette il mantenimento della salute delle nostre articolazioni, favorisce il miglioramento della postura, previene gli infortuni, migliora il controllo e la conoscenza del proprio corpo e se eseguito attraverso discipline come lo Yoga favorisce il rilassamento e la preparazione a pratiche di concentrazione specifiche come la meditazione. Ognuno di noi possiede una maggiore o minore elasticità sulla base delle caratteristiche personali, dell’allenamento e dell’ eredità genica ma questa possibilità può essere sempre migliorata a prescindere dal proprio punto di partenza. Ricordate che se non si è atleti di alto livello interessati a performance olimpioniche, l’obiettivo dell’allungamento non deve essere quello di apprendere contorsionismi complessi. Basterà dunque, per chi vuole iniziare, una routine semplice che ci permetta di mantenere in salute distretti specifici come ad esempio la colonna lombare, vittima principale della nostra sedentarietà. Coinvolgete i grandi gruppi muscolari anzitutto: muscoli della schiena, quadricipiti, glutei ad esempio. Successivamente, magari facendovi seguire da esperti in materia come i chinesiologi sportivi, i personal trainers o gli insegnanti di discipline come lo Yoga o il Pilates, potrete inserire esercizi più complessi che vadano ad intensificare la pratica su specifici gruppi muscolari. Ricordate che non dovrete mai sentire sensazione di dolore o discomfort tale da concludere la sessione peggio di come l’avrete iniziata. Abbiate pazienza con il vostro corpo e accettate la gradualità e l’impegno necessari a recuperare quei centimetri che avete perso a causa della poltrona del vostro ufficio. La sensazione deve essere quella dell’allungamento piacevole, rilassante. La posizione corretta va ricercata e mantenuta per svariati secondi.

Pubblicità

 

Gli autori scientifici danno diverse versioni relativamente al tempo ma quelle più praticate sono il mantenimento della posizione d’allungamento per 30 o 60 secondi. In alternativa lo Yoga ci insegna a mantenere le ASANAS, questo il nome delle posture adottate, per lo spazio di otto lenti e profondi respiri. Sappiamo che lo Yoga dona un valore esoterico e spirituale ad ogni elemento della sua pratica, tale è il senso dell’otto. Quanto tempo dedicare allo stretching? Basterebbero trenta minuti al giorno iniziando da tre volte a settimana raggiungendo poi la quotidianità. Questo è già sufficiente per ottenere gli effetti desiderati che, oltre a quelli citati, prevedono anche un aumento del flusso sanguigno a livello locale. Ricordate infine che ciascun esercizio va ripetuto dalle due alle quattro volte. Anche qui è importante tenere a mente il principio della progressione, iniziate da due volte per poi proseguire quando “sentirete” che lo stimolo allenante va aumentato. Nessuno può conoscere il vostro corpo meglio di voi stessi.

 

Le metodiche sviluppate nel tempo sono molteplici e non tutte adatte a chi comincia questo percorso come qualunque altro relativo al movimento. Allungamento statico o dinamico? PNF? CRAC? La risposta è sempre una: affidarsi ai professionisti. Esiste un percorso universitario che inizia da una laurea triennale e può arrivare fino al dottorato di ricerca, per chi lo desidera. Dunque, perché accontentarsi di istruttori improvvisati?

EFFETTI DELLO STRETCHING:

  • Miglioramento dell’ampiezza dei movimenti e della facilità con cui vengono effettuati
  • Miglioramento della performance sportiva
  • Riduce il dolore
  • Riduce il rischio di infortuni
  • Riduce l’affaticamento
  • Aumento temporaneo del flusso sanguigno a livello locale
  • Promuove la conoscenza del proprio corpo
  • Migliora la coordinazione
  • Aiuta il rilassamento corporeo e mentale
  • Migliora la Postura

Non rimane che cominciare. Buon allenamento.

 

Leonardo Fichera, Chinesiologo Sportivo, Osteopata.

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli