Ultimo Gate e l’amore ritrovato, romanzo di Claudio Basile

di

Taormina – Un libro da bere”, l’iniziativa ben organizzata a Taormina dalla scrittrice Lisa Bachis, in ciò efficacemente collaborata dallo staff de Il Vicoletto Wine Bar di Taormina, ha ospitato domenica 20 novembre “Ultimo Gate”, il secondo romanzo di Claudio Basile, pubblicato quest’anno da Algra editore che ha già pubblicato nel 2015 “Oro Colato” dello stesso scrittore.

Nell’incantevole angolo del Vicoletto, nella perla dello ionio, il numeroso pubblico presente ha partecipato ad un incontro sicuramente gradevole.

Lisa Bachis ha voluto tracciare, a beneficio dei presenti, il percorso letterario dell’autore ritenendo Ultimo Gate l’approdo di Claudio Basile ad una scrittura consapevole, con un impianto narrativo essenziale e dai temi accattivanti.

Claudio Basile è secondo Lisa Bachis facilitato nella scrittura dal suo lavoro perchè “gli avvocati possiedono una lucida capacità di analisi del mondo e delle persone che lo popolano”.

Ma da Oro Colato ad Ultimo Gate lo scrittore consegna al pubblico un lavoro più maturo che si distacca dal proprio vissuto ed offre una storia originale.

I personaggi non stereotipati divengono protagonisti perché risolvono con i migliori sentimenti che il tempo di vita loro assegna situazioni personali piuttosto complesse.

In Ultimo Gate tutto si compie in un non-luogo: l’aeroporto ove transitano esistenze, che si accendono e si spengono nell’atto di lasciare il Gate.

Il Gate è un cancello, una porta che si apre e si chiude ed è nella dinamica del romanzo epicentrica trama di destini che si intrecciano. E l’autore si consegna volentieri al lettore, il quale rimane prigioniero volontario di una storia che lo assorbe.

Ultimo Gate, è trama vissuta in tre grandi città, è un viaggio ricco di intrecci sentimentali e sorprendenti decisioni. Vi si descrivono vite di uomini e donne che rimotivandosi si rigenerano.

E’ un omaggio ai sentimenti, alla vita più che alla morte, all’umanità che pur se sofferente nello scorrere dei rapporti personali, trova in essi le risolutive soluzioni ed azioni.

Ultimo Gate ha per protagoniste le donne, portatrici di valori e custodi di vita.

Basile ha condensato in questo romanzo il senso di appagamento che pervade ognuno dei protagonisti che, dopo lunga attesa, ritornano ad amare come intimamente sanno e finalmente riescono.

Il romanzo prende forma dentro ad un mondo carico di gente, stretta in una serie di conflitti che solo la nuova umanità dei protagonisti riesce a condurre ad unità ed armonia.

Claudio Basile ci racconta di donne e uomini soddisfatti della nuova voglia di amare e questo risultato consegna ai lettori insieme alla voluta incompiutezza delle storie proposte, di cui chiede agli stessi partecipazione e condivisione.