Taormina e altri luoghi di Sicilia visti da Lisa Bachis

di

Taormina –  Nell’animo di una brava scrittrice può trovarsi il desiderio, ad un certo momento della propria vita personale e professionale, di coniugare insieme passioni e amori diversi e offrirle ai lettori, servendosi della fotografia oltre che della scrittura.

Lisa Bachis con la sua “BREVE GUIDA FOTOPOETICA – Taormina e altri luoghi di Sicilia”, presentato lo scorso 21 dicembre presso l’Archivio Storico di Taormina ha assecondato questo progetto, a lungo coltivato e condiviso, anche in via sperimentale, con il bravo Oreste Lo Basso e lo ha proposto all’amico editore Alfio Grasso perché ne curasse la pubblicazione.

Ne è venuto fuori un vero e proprio cammeo. Tale può definirsi l’opera della Bachis, che scorrendo trenta giorni di vita simbolicamente trascorsi a far riflettere la propria mente su versi tratti da vita pulsante, accompagna il lettore nella scoperta di luoghi di Sicilia prevalentemente scovati nella sua Taormina, uno dei suoi grandi amori, ma poi trovati anche in altri luoghi anche rari dell’isola.

Ed allora la scrittura, l’altro amore di Lisa Bachis, scandisce poeticamente la bellezza di quei luoghi, descrivendo le radici anche familiari e la storia dell’autrice.

“Io sono fatta di lettere, scrivo per farmi battere la vita dentro”, confida all’affezionato e numeroso pubblico Lisa Bachis in occasione della presentazione del libro.

Ed in effetti la sua dichiarazione colpisce ed interessa quanti la conoscono ma soprattutto i tanti curiosi che si chiedono, dopo aver sfogliato le poche ma intense pagine della guida, perché ed in che misura è riuscito il connubio poesia-fotografia e come il libro sia destinato ad interessare quanti intendano scoprire la bellezza della Sicilia oltre l’indubbia valenza turistica dei suoi luoghi.

La Guida Fotopoetica può creare un genere che accontenta ben più che la semplice curiosità turistica perché in realtà appassiona come un intimo libro di poesie contornanti sincronicamente gli scatti fotografici.

Il testo presentato da Lisa Bachis segue anche concettualmente “Impressioni in fase d’ascolto” già pubblicato dall’autrice per lo stesso Algra editore, dedicato invece alla scoperta dei nessi tra pittura e scrittura.

Alfio Grasso, nel corso dell’evento, ha definito “bello ed innovativo” il progetto propostole dalla Bachis e certamente Breve Guida Fotopoetica è bella, nell’accezione di bellezza che ne propone l’autrice, disposta a rivelare aspetti anche intimi del proprio sentire, filtrati con i suoi occhi, immersi di poesia e immagini.

Il lettore può scegliere se farsi accompagnare dall’autrice alla scoperta del suo sentimento oltre che della Sicilia.

In questo caso Lisa Bachis e la Sicilia non mancheranno di stupirlo.