Lo stiletto

Wirth, Sloterdijk, Coomaraswamy, Baret: il "Dentro e Fuori", accostamenti, assonanze, evocazioni.

Consultando quello straordinario volume che è il libro sui tarocchi di Wirth, mi sono imbattuto nella sua analisi dell’arcano della Morte alla luce della teoria ermetica. La definisce Opera al nero e la descrive come un chirurgo che operi…

La granita "platonica" al bar

Bar catanesi: "Nella granita per favore poco, pochissimo caffè, perché non..." "Non cinni mentu nenti". Ecco, #noncinnimentunenti è la dose omeopatica perfetta per versare QUELLA lacrima di caffè nella granita di mandorla. Poesia. Ossia:…

"Il Candide del Maligno"

In queste mie perenni peregrinazioni sono perseguitato da operai che trapanano e martellano. Fanno una pausa e urlano nei più disparati dialetti. E quindi poi martellano e trapanano (con l'accento sempre sulla seconda “a”). Io, nel dubbio…

Utopie sotto chiave

Occorre progettare l'imponderabile, metaforizzare l'esperibile, stirare il collo all'utopia. Celebrare l'istante nella totalità deprivata dall'intenzione. Spettacolarizzare la noia nel gesto da mostrare al cieco. Esautorare il senso della vista…

Donne e mimose

La donna e la mimosa. La mimosa e la donna. Le coppiette di innamorati. I bacetti. Al cinema i pop corn e le slinguazzate. Le slinguazzate e i pop corn. Mano nella mano. Ah, poi le mimose gialle. Io non ne posso più di queste ritualità della…

"Campanella" al parco

Leggo l'eretico Campanella. Le visioni di un frate pazzo calabrese nello stridore del parco, circondato da gente pigra che si lamenta. La tortura di Tommaso nel fulgore surreale dell'utopia e le espressioni amare di due signore a passeggio.…

La mitopoiesi del gelato

Il gelato, da che mondo è mondo, è il cono. Non ci sono discussioni. Diffidate sempre da chi lo ordina nella cialda o ancor peggio in "coppetta di plastica". Quelli che lo prendono nella coppetta di plastica appartengono alla categoria dei…

Cali sulla testa degli empi la scure del Giusto

Tutto il mio disprezzo vada al giudizio barbaro di chi vuol fare la Storia a colpi di cronaca. I fatti relativi agli orrori perpetrati nel resto del pianeta - l'obsoleta classificazione di Terzo e Quarto mondo -,passati al vaglio del giudizio…

La pessima scuola

L'Italia è stata rigenerata dalle lezioni televisive del Maestro Manzi e dalle inchieste di Soldati, nonché alfabetizzata da un americano senza grammatiche quale il Bongiorno. Il compito dell'educazione scolastica rimane quello della stimolazione…

Il 2 gennaio

Erano tutti tristi quel giorno dopo le notti di bagordi. Aleggiava lo spettro di Malanima che col suo graffio portava la malinconia nei cuori e il veleno nei corpi. I bambini frignavano perché insoddisfatti per i troppi regali, gli adolescenti…

Da Marx agli angeli passando per Lacan

Il tema della rappresentazione del Reale, la sua conclamazione nel sociale, è oramai tema discusso, oserei dire abusato, in ogni riflessione filosofico-semiotica-sociologica pertinente agli ultimi lustri di secolo.

Fichetti e crudeltà: Nietzsche e Carmelo Bene come antidoto

Pagine fondamentali di Nietzsche sulla “Crudeltà”. Ieri notte, nei lunghi viaggi dei concerti, riguardavamo alcune parti del famoso “Carmelo Bene contro tutti”.

L'attualità molesta

Il livello attuale di conoscenze implica tutta una seria di conseguenti riflessioni ed aiuta, per es., a comprendere la visione di un pensatore come Slavoj Zizek. Il potere dello Stato che, anche se a livello legale dovrebbe essere semplicemente la rappresentanza degli interessi dei suoi cittadini

"Tempu voli tempu" vs "Tri pila avi u poccu, u poccu avi tri pila"

Ieri disquisivamo amabilmente con un amico circa l'enorme buco nero (di significato e significante), la voragine semantica che viene ad aprirsi con il detto siciliano (vero e proprio “koan”): "Tempu voli Tempu" (Tempo vuole Tempo). Lo immaginavamo…

Meditazioni da piscina

La piscina, lo si sa, può essere un luogo rilassante. A me capita nuotando di avere pensieri, illuminazioni, intuizioni, suggerimenti per racconti, musiche e quant'altro. Oggi, fra una bracciata e l'altra, riflettevo su quanti amici ed esseri…