Categorie: L'intervista

Intervista a Ketty D’Agosta protagonista femminile della sit-com Fratelli Noir

Condividi

Incontriamo Ketty D’Agosta attrice appassionata che ha creduto nel suo sogno che si è realizzato.

Chi è Ketty D’Agosta?
Sono un ex modella di alcune riviste specializzate musicali e motociclistiche. Ho iniziato da piccolissima a studiare recitazione in forma semi professionale: il mondo del teatro e del cinema mi ha sempre affascinato. Purtroppo ho dovuto abbandonare, per amore dei miei genitori che avevano altri progetti per il mio futuro. Mi sono dedicata al mondo sanitario sia come professione, sia come volontariato, ma conservavo sempre dentro di me quel desiderio di ritornare sul palcoscenico.

Anche se non ho avuto la possibilità di studiare e di affermarmi come attrice professionista, mi sono sentita sempre fortunata, perché ho avuto la più grande delle possibilità che la vita ti potesse dare: cioè quello di essere una mamma, dedicandomi totalmente alla crescita dei miei bambini.

Solo un paio di anni fa quel desiderio che viveva dentro di me, si è fatto vivo: forse era giunto il momento giusto per rimettermi nella mia strada iniziale. Questa volta però con molta più voglia di imparare, mettermi in gioco e con molta più responsabilità.

Devo sicuramente tutto ciò al mio compagno, Renny Zapato, che sin dall’inizio mi ha coinvolta nel suo mondo artistico, credendo in me fin dal primo istante. Mi ha dato sempre sostegno e forza nel continuare ad alimentare quella che rimane una delle mie più grandi passioni cioè: il cinema.

Ti potrebbe interessare

Quando e come ha iniziato la sua carriera nel cinema?
La mia carriera effettiva nel mondo del cinema è iniziata un paio di anni fa, debuttando in un film western insieme a Renny Zapato. Il film si chiamava “Pozo and El Diablo.The legend” ed il mio ruolo era quello di una spietata pistolera. E da lì poi sono nati una serie di film.

Potrebbe definirsi l’attrice “feticcio” del regista indipendente Mel Stoutman?
In effetti mi sento battezzata dal regista Mel Stoutman: anche lui ha creduto subito in me e nelle mie capacità attoriali da caratterista, dandomi diversi ruoli nello stesso film: in “Pozo and El Diablo.The legend” e in “Divine Sud Comedy” e “Quintana family” e in una divertentissima commedia, “Sicilian Gangsters”.

I personaggi interpretati nei film che tipo di donne rappresentano?
 I personaggi che ho interpretato fortunatamente sono stati vari, non ho mai avuto lo stesso ruolo. Passiamo da una donna indipendente e spietata come Janet la pistolera del western in Pozo and El Diablo, ad una donna fredda e di malaffare come Rosaria in Sicilian Gangsters. E poi da una donna esoterica e mistica in Divine Sud Comedy ad una donna Casalinga di borgata in Quintana family per finire in una raffinata donna anni 50 nella sit-com Fratelli Noir del regista di Daniele Gangemi.

Quali sono le differenze tra i suoi personaggi precedenti e Agata dei Fratelli Noir?
Le differenze sono che nelle prime per la maggiore erano quasi tutte donne di malaffare e crudeli, mentre in Fratelli noir sono una raffinata donna anni 50 innamorata di uno dei protagonisti.

Quali sono i suoi progetti futuri?
Continuare a studiare per perfezionarmi affinché la mia meravigliosa esperienza nel mondo del cinema, sit-com e fiction non abbia mai fine.

Articolo del 24 Ottobre 2020 17:01

Redazione CT

Redazione di Catania Sede principale

Articoli recenti

Italia 30 risultati utili di fila, Mancini come Vittorio Pozzo

Roberto Mancini come Vittorio Pozzo. Il tecnico della Nazionale, agli ottavi di Euro2020, eguaglia il record del mitico ct dell'Italia… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Provenzano: “A Roma e Bologna candidati forti”



"È stata una grande prova di partecipazione, ora con Roberto Gualtieri e Matteo Lepore a Roma e a Bologna abbiamo… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Il pallone racconta – In questo Europeo c’è tanta Atalanta

Per la rubrica "Il pallone racconta", l'editorialista di Italpress, Franco Zuccalà, commenta la prestazione degli Azzurri contro il Galles. gm/mrv/red Leggi tutto

21 Giugno 2021

La barba al palo – Le due Italie di Roberto Mancini

Per la rubrica "La barba al palo", il direttore editoriale di Italpress, Italo Cucci, commenta la vittoria dell'Italia contro il… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Amministrative, Paragone: “Mia candidatura per una Milano diversa”

Una candidatura spontanea che parla alla città di Milano, che vuole dare risposte ai milanesi: "Sono colui che prova a… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Emergenza bare a Palermo, Faraone: “Chiediamo a Guerini di mobilitare Esercito”

"C'è un solo modo per rispondere all'emergenza delle 975 bare senza sepoltura da oltre un anno al cimitero dei Rotoli… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Non va d’accordo con la moglie ed evade per farsi mandare dalla mamma

CATANIA - I Carabinieri della Stazione di Catania Nesima hanno arrestato un catanese 35enne, responsabile di evasione. Nella mattinata domenicale… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Zona bianca: trasporti pubblici all’80%, Falcone “Archiviamo restrizioni e favoriamo la ripresa”

PALERMO - «Con l’atteso passaggio della Sicilia in zona bianca, diventa finalmente possibile innalzare il riempimento massimo dei mezzi di… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Rubano una macchina, ma nell’inseguimento uno dei due si schianta

I Carabinieri della Stazione di Camporotondo Etneo hanno arrestato, nella flagranza, un 52enne di San Pietro Clarenza ritenuto responsabile di… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Per gli anziani nell’era Covid meno stress con la “longevità attiva”

ROMA (ITALPRESS) – La silver generation si è dimostrata la più coriacea nell’affrontare la crisi generata dalla pandemia, tra isolamento,… Leggi tutto

21 Giugno 2021
Impostazioni privacy