Categorie: L'avvocato risponde

L’ente pubblico deve pagare i danni morali quando diffonde note professionali negative di una dipendente

Condividi

La pronuncia
La Corte di Cassazione (I Sezione Civile, ordinanza n. 19328, del 17 settembre 2020), ha chiarito che l’Ente pubblico deve pagare i danni morali se diffonde delle note professionali negative di una dipendente.

Il fatto
Nell’ottobre 2012 una dipendente, dopo aver proposto reclamo dinanzi al Garante per la protezione dei dati personali per lamentare l’illecito trattamento di propri dati personali e sensibili da parte della Dirigente della sede INPDAP ora INPS per fatti accaduti nel maggio-giugno del 2011, ha impugnato dinanzi al Tribunale il provvedimento del Garante con cui era stato respinto il reclamo.
La Dirigente aveva trattato dati personali riservati in modo illecito, comunicando gli addebiti professionali mossi alla dipendente e contenuti in alcune note dirigenziali, brevi manu e a vista, a mezzo di addetto alla segreteria non preposto al trattamento di dati personali e quindi senza alcuna precauzione o cautela.
Il Tribunale ha annullato il provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell’ottobre 2012, ed ha accolto parzialmente la domanda risarcitoria, condannando l’INPS a pagare alla ricorrente la somma di Euro 10.000,00 respingendo la domanda risarcitoria nei confronti del Garante; ha condannato l’INPS a rifondere le spese di lite alla ricorrente, compensando le spese fra di essa e il Garante.
L’INPS ha proposto ricorso per Cassazione.

La norma di riferimento
L’orientamento giurisprudenziale, conforme agli indirizzi più recente della Cassazione riconduce l’illecito trattamento di dati personali ad un’ipotesi di responsabilità oggettiva, anche alla luce dell’esplicito rinvio compiuto dalla legge all’art. 2050 c.c..
Secondo la giurisprudenza della Cassazione in tema di onere della prova, in caso di illecito trattamento dei dati personali, il pregiudizio non patrimoniale deve essere allegato e provato da parte dell’attore.
Tuttavia la dimostrazione del danno è attuabile anche solo tramite semplici presunzioni e con la richiesta di risarcimento secondo equità.
Peraltro il danno non patrimoniale risarcibile non si sottrae alla verifica della gravità della lesione e della serietà del danno e il relativo accertamento di fatto è tuttavia rimesso al giudice di merito.

Ti potrebbe interessare

Considerazioni interpretative della Corte di Cassazione
La Cassazione ha richiesto l’allegazione e la prova della parte danneggiata del danno-conseguenza, ribadendo che il danno risarcibile si identifica con il danno non patrimoniale da sofferenza morale.
La Cassazione ha pure evidenziato di aver comunque tenuto conto nel riconoscimento della misura del risarcimento al danneggiato dell’ambiente circoscritto all’ufficio in cui era circolata la notizia.

Per info e contatti: studiolegalebasile@yahoo.it

Articolo del 23 Ottobre 2020 8:51

Claudio Basile

Avvocato Claudio Basile Per info e contatti: studiolegalebasile@yahoo.it

Articoli recenti

Italia 30 risultati utili di fila, Mancini come Vittorio Pozzo

Roberto Mancini come Vittorio Pozzo. Il tecnico della Nazionale, agli ottavi di Euro2020, eguaglia il record del mitico ct dell'Italia… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Provenzano: “A Roma e Bologna candidati forti”



"È stata una grande prova di partecipazione, ora con Roberto Gualtieri e Matteo Lepore a Roma e a Bologna abbiamo… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Il pallone racconta – In questo Europeo c’è tanta Atalanta

Per la rubrica "Il pallone racconta", l'editorialista di Italpress, Franco Zuccalà, commenta la prestazione degli Azzurri contro il Galles. gm/mrv/red Leggi tutto

21 Giugno 2021

La barba al palo – Le due Italie di Roberto Mancini

Per la rubrica "La barba al palo", il direttore editoriale di Italpress, Italo Cucci, commenta la vittoria dell'Italia contro il… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Amministrative, Paragone: “Mia candidatura per una Milano diversa”

Una candidatura spontanea che parla alla città di Milano, che vuole dare risposte ai milanesi: "Sono colui che prova a… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Emergenza bare a Palermo, Faraone: “Chiediamo a Guerini di mobilitare Esercito”

"C'è un solo modo per rispondere all'emergenza delle 975 bare senza sepoltura da oltre un anno al cimitero dei Rotoli… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Non va d’accordo con la moglie ed evade per farsi mandare dalla mamma

CATANIA - I Carabinieri della Stazione di Catania Nesima hanno arrestato un catanese 35enne, responsabile di evasione. Nella mattinata domenicale… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Zona bianca: trasporti pubblici all’80%, Falcone “Archiviamo restrizioni e favoriamo la ripresa”

PALERMO - «Con l’atteso passaggio della Sicilia in zona bianca, diventa finalmente possibile innalzare il riempimento massimo dei mezzi di… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Rubano una macchina, ma nell’inseguimento uno dei due si schianta

I Carabinieri della Stazione di Camporotondo Etneo hanno arrestato, nella flagranza, un 52enne di San Pietro Clarenza ritenuto responsabile di… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Per gli anziani nell’era Covid meno stress con la “longevità attiva”

ROMA (ITALPRESS) – La silver generation si è dimostrata la più coriacea nell’affrontare la crisi generata dalla pandemia, tra isolamento,… Leggi tutto

21 Giugno 2021
Impostazioni privacy