Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Pubblicità

Il Papa in Sicilia, Aeronautica fornisce supporto necessario

21

Sabato 15 settembre 2018, Papa Francesco è giunto nell’Aeroporto militare di Sigonella da dove ha iniziato la giornata in Sicilia e incontrato i fedeli a Piazza Armerina, in provincia di Enna, e Palermo.Dopo avere lasciato il Vaticano nella prima mattinata, il Pontefice è partito dall’Aeroporto di Ciampino e raggiunto quello Siciliano con un velivolo Airbus 319 dell’Aeronautica Militare. Ha poi raggiunto le successive tappe a bordo di un elicottero della stessa Forza Armata, il VH 139A del 31° Stormo di Ciampino. Il rientro a Ciampino in serata da Palermo Boccadifalco.
A Sigonella, il Pontefice è stato ricevuto dall’Ispettore dell’Aviazione per la Marina, Generale di Brigata Aerea Amedeo Magnani, e dal Comandante del 41° Stormo e dello stesso Aeroporto, Colonnello Pilota Francesco Frare.Breve ma intensa la sosta a Sigonella, tant’è che il Santo Padre, nel ricevere il crest di reparto, ha anche lasciato indelebili sull’albo d’onore dell’ente le seguenti parole: “Al Personale, militari e civili, dell’Aeroporto di Sigonella, con la mia benedizione chiedendo una preghiera per me…..Francesco 15 – 9 – 2018”.
Per l’occasione, sia a Ciampino che a Sigonella, il personale dell’Aeronautica ha svolto funzioni di supporto per facilitare ed assicurare tutte le operazioni a terra di accoglienza e ricovero degli equipaggi, dai crew chief, ai mezzi anticendio, al rifornimento di carburante, al servizio meteorologico, al controllo del traffico aereo, alla sicurezza delle infrastrutture e tutti quei servizi minori ma necessari per intraprendere al meglio le attività demandate.
Il Comando Aeroporto di Sigonella, gerarchicamente dipendente dal Comando Forze di Supporto e Speciali dell’AM di Roma, ha il compito di fornire il supporto tecnico, logistico, amministrativo ed operativo al 41° Stormo Antisom – dotato di velivoli P-72A, al 61° Gruppo Volo – dotato di APR tipo Predator ed ai Reparti rischierati ed in transito sull’omonima Base Aerea, assicurando – al contempo – i servizi necessari per il sicuro ed efficace svolgimento delle attività di volo. Nell’ambito dei servizi alla collettività, fornisce supporto di linea volo 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno, a voli militari e di Stato, nonché a quelli per il trasporto aereo sanitario di organi e di pazienti bisognosi ed in imminente pericolo di vita. Inoltre, è responsabile della fornitura dei servizi del traffico aereo all’interno della zona di controllo (CTR) denominata Catania, che comprende i cieli della Sicilia orientale e dei mari adiacenti, ivi compresi gli Aeroporti di Sigonella, Catania-Fontanarossa e Comiso.

 

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci