Roma, presentazione del libro “Il karma in un paio di scarpe” di Orietta Cicchinelli

di

ROMA – Il romanzo Il karma in un paio di scarpe della giornalista e scrittrice Orietta Cicchinelli sarà presentato il 27 ottobre dalle 19,30 nello storico Caffè Letterario dell’architetto Vincenzo Pultrone (via Ostiense 95). L’edizione è a cura di Tuga Edizioni, casa editrice nata nel 2013, che si occupa essenzialmente di letteratura lusofona, ossia di lingua portoghese, non disdegnando, saltuariamente, sortite nel campo della narrativa italiana. Nel libro scorre la storia di Antonio da Nocera, nato povero in una famiglia numerosa, ragazzino vivace, caparbio e desideroso di riscatto in una terra avara con i suoi figli. Una vita, la sua, vissuta interamente e intensamente alla massima velocità, che s’intreccia con personaggi ai limiti del surreale, negli anni delle guerre di camorra tra cutoliani e nuovi camorristi, in cui Antonio si ritrova a combattere una guerra non sua. E tutto a causa di un paio di scarpe…

Il nuovo libro di Orietta Cicchinelli se da un lato ci consegna una storia, un racconto incardinato su nomi, fatti, date e cronache malavitose ben precisi, dall’altro fa occhieggiare in più di un passaggio esattamente questi interrogativi”. L’Autrice, giornalista di razza, non può tradire il suo amore per la verità, così come di solito essa appare da un semplice testo raccolto, ma nemmeno si ferma a contemplarla, contenta magari di averla solo un po’ abbellita nella forma; no, per soprammercato, Orietta Cicchinelli coinvolge qua e là il lettore, semmai distratto da descrizioni di avventure riguardanti personaggi della “cronaca” anche molto noti, in un sapiente gioco di particolari sottaciuti, frammisti a spunti di riflessione originali» – «Mettiamo il caso che… Destino vuole… Immaginiamo la situazione… Dio non voglia… In quanti modi si declina l’umana paura di affrontare le incognite della nostra vita? Basta l’ipotesi del Karma ad allontanare da noi, e per sempre, il carico di responsabilità veicolato dal concetto di libero arbitrio, inesorabile condanna per ogni errore commesso, imprevedibile o evidente che fosse?

L’Autrice

Orietta Cicchinelli, giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche a La Sapienza, vive a Roma, dove lavora come responsabile del servizio Cultura e Spettacoli di Metro, il free paper che ha contribuito a fondare nel 2000, dopo una lunga parentesi come cronista de Il Messaggero. Dal 2009 al 2013 stringe un sodalizio artistico con il poeta e sceneggiatore Vincenzo Cerami, e con lui organizza eventi a Spoleto per l’Assessorato alla Cultura del Comune umbro.

Durante la presentazione al Caffè Letterario, interverranno: Francesco Minisci, presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati (nato a Cosenza 49 anni fa, Minisci è stato segretario dell’ANM, nel periodo in cui la Giunta era presieduta daPiercamillo Davigo. Sia negli anni passati in Calabria che alla Procura di Roma si è occupato di importanti inchieste sulla criminalità organizzata, in particolare sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta. Da componente del pool antiterrorismo della Procura di Roma è stato titolare di inchieste sull’anarco-insurrezionalismo e sull’antagonismo sociale). Lo psichiatra e giornalista Elio Sena, autore della prefazione del libro; l’attrice Cinzia Mascoli, l’attore e doppiatore Luca Intoppa, che leggeranno brani scelti del libro; gli editori Tony Lupetti e Gianluca Galletti (Tuga Edizioni), e altri ospiti a sorpresa.