Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Oggi parliamo di squirting

31

Oggi parliamo di squirting. Innanzitutto, perché è stato chiamato squirting? In inglese significa  “zampillare” espressione molto chiara ed esplicativa di quello che accade. In italiano viene tradotto in eiaculazione femminile.. insomma nomi poco poetici e tecnicamente aggressivi.

Cosa accade quando una donna “squirta”?

Alcune donne, al momento dell’orgasmo, emettono un liquido, a volte molto abbondante. A volte meno. Da poco l’apparato sessuale femminile è diventato oggetto di studio,  per cui ancora non si sa quale ne sia l’origine:

▪          Iperlubrificazione vaginale?

▪          Secrezione delle ghiandole di Bartolino?

▪          Secrezione delle ghiandole di Skene’?

▪          Secrezione della prostata femminile?

▪          Tutte insieme queste secrezioni?

Comunque, il  liquido ricorda l’urina, sembra venga prodotto dal rene, e dopo essere passato nella vescica, viene espulso attraverso l’uretra. Quindi teoricamente è urina. Ma è così diluito da essere più simile all’acqua che all’urina.

È una specie di riflesso incondizionato, che viene innescato stimolando la clitoride  o, molto più frequentemente, la parte iniziale della parete anteriore della vagina, su cui è appoggiata la vescica. Una zona che viene ancora  chiamata punto G, anche se  ora, finalmente,  si preferisce chiamarlo  complesso clitoro-uretro-vaginale. Una visione finalmente non parcellizzata della zona genitale femminile. Questa stimolazione sollecita direttamente la vescica, e sembra favorire tutto il processo.

Esiste anche un altro liquido, più denso e meno copioso, che viene espulso sempre dall’uretra. E’ molto simile allo sperma, tant’è vero che contiene un’altissima quantità di psa, un enzima che negli uomini viene secreto dalla prostata. Questo fluido viene prodotto da residui di ghiandola prostatica presenti e attivi solo in alcune donne.

Dello  squirting se ne favoleggia da quando nei film porno donne procaci e sexy hanno delle eiaculazioni abbondanti e copiose (vedi fontana di Trevi). L’informazione che arriva a noi, femmine normali, è che il super ultra  orgasmo universale è lo squirting. Se non lo conosciamo  siamo delle inette. I film pornografici ne hanno fatto un mito per cui, se la  donna manifesta una simile reazione durante il rapporto sessuale, conferma la buona performance del partner. Sembra  che il 10- 40% delle donne abbia fatto esperienza regolarmente o sporadicamente dell’emissione di questo liquido durante l’orgasmo.

E, da qui, ovunque:  ”Lezioni di squirting”:

1)Dieci modi per imparare a squirtare.

2)Non sai squirtare? Impossibile!!!

3) Ecco i modi tantrici per squirtare in modo unico e meraviglioso!!

4)Se non squirti non sai cosa è l’orgasmo!

5) No squirting, no orgasm!

6) Non solo squirting!

Bene, ragazze e donne, sappiate che non è assolutamente importante squirtare, bensì importante è ascoltare il proprio corpo. Ci sono donne che hanno orgasmi con il suono di una voce, con la percezione del vento, con il pensiero.

Però non squirtano. E sono felicissime.

Impariamo a pensare che abbiamo mille possibilità per stare nel piacere. Troviamo la nostra che non deve per forza essere quella consigliata dagli “esperti”.

Non importa se nasciamo o diventiamo squirter.

Importa stare bene facendo l’amore.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci