Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Attore e regista Amleto Monteforte nato il giorno degli exploit cavallereschi

L’onore per i nati il 25 luglio è una divinità e preferiscono patire le pene dell’inferno piuttosto che ritirare la parola data.

264

 

I nati il 25 luglio sono animati da un grande romantico desiderio di vedere terre lontane e di compiere imprese tanto fantastiche quanto difficili da realizzare. Agiscono sulla base dei loro desideri e realizzano sorprendenti successi. Il loro idealismo è quasi sempre più avanti del legame con la realtà. Queste persone hanno un preciso codice d’onore al quale si attengono senza peraltro pretendere che gli altri si conformino al loro modo di essere. L’onore per loro è una divinità e preferiscono patire le pene dell’inferno piuttosto che ritirare la parola data. Questa ammirevole qualità a volte però può causare loro dispiaceri venendo a contatto con l’imperfezione del mondo reale. Vale la pena che essi imparino a perdonare le loro trasgressioni alfine di accettare quelle degli altri. Detto ciò Amleto Monteforte con la sua cavalleresca faccia da conio risponde alle nostre domande.

Chi è Amleto Monteforte?

Amleto Monteforte è un uomo di teatro che ama il teatro e che vive per il teatro, anche se non disdegna qualche incursione nel cinema.

I lavori principali

In teatro con “Le Paesane” di Luigi Capuana per la regia di Nando Greco; “Cavalleria rusticana” di Giovanni Verga per la regia di Salvo Porto; “Uno sguardo dal ponte” di Arthur Miller, di cui ho personalmente curato la regia e con cui il protagonista vinse il premio come miglior attore protagonista a Zafferana Etnea alla rassegna Aldo Mangiù. “La Rosa tatuata” di Tennessee Williams per la regia di Elisa Franco. Mi accingo a debuttare per la nuova stagione con “Il dubbio” di John Patrick Shanley.

La sua mission

Vincere la Coppa Volpi al Festival di Venezia come miglior attore protagonista…ah ah ah!

Che cos’è il teatro?

È un’esplosione di emozioni, di gioie, di paure…ti fa sentire vivo.

Si può fare l’attore e il regista contemporaneamente?

Direi di no, tranne in rare occasioni.

Attori e regista come metterli d’accordo?

Il rispetto per i ruoli, senza che nessuno invada le competenze dell’altro.

Prossimi lavori

Mi accingo a debuttare per la nuova stagione con “Il dubbio” del quale curerò personalmente la regia. Anche qui piace puntare alto Il dubbio è un’opera teatrale scritta da John Patrick Shanley, portato in scena per la prima volta al Manhattan Theatre Club di New York il 23 novembre 2004. Nel marzo del 2005 la produzione si è trasferita al Walter Kerr Theatre di Broadway fino al 2 luglio 2006, con 525 rappresentazioni e 25 anteprime. Nel 2005, il testo di Shanley ha vinto il Premio Pulitzer per la drammaturgia oltre al Drama Desk Award e al Tony Award come miglior testo.

E le incursioni nel cinema?

La esperienza col cinema inizia facendo la comparsa in  “Johnny Stecchino”, poi con un piccolissimo ruolo in “Storia di una capinera” di Zeffirelli, passando poi per ruoli un po’ più grandi come nella serie tv “Il capo dei capi”, “L’ultimo dei corleonesi” dove ho avuto il piacere di lavorare accanto ad un attore per me bravissimo Stefano Dionisi, per continuare con “L’uomo di vetro”, “I viceré”, “Più buio di mezzanotte” con Micaela Ramazzotti, il bellissimo “Nuovo mondo” di Emanuele Crialesi, “Il bambino della domenica” con Beppe Fiorello, andando avanti fino Montalbano e Malarazza film indipendente per la regia di Giovanni Virgilio, con Stella Egitto, Paolo Briguglia, interamente girato a Catania, dove Gianni Mammolotti è stato candidato per la categoria miglior fotografia ai David di Donatello. Adesso dopo la tournée estiva dove porterò insieme a Elisa Franco, La Rosa tatuata, dovremmo partire con le riprese del nuovo film di Giovanni Virgilio di cui però non posso svelare nulla.

E dove speriamo che Siciliareport venga invitata per seguire qualche backstage.

 

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci