Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Sicilia: insediato il nuovo Cda dell’Istituto vino e olio

Tempo di lettura: < 1 minuto

PALERMO – Si è insediato a Palazzo Orleans il Consiglio di amministrazione dell’Istituto regionale del vino e dell’olio. La nuova governance, nominata dalla Giunta regionale, è formata dal presidente Sebastiano Di Bella e dai componenti Leonardo Taschetta e Giuseppe Aleo. Alla sobria cerimonia erano presenti il presidente della Regione Nello Musumeci, l’assessore all’Agricoltura Edy Bandiera e il direttore dell’Irvo Alberto Pulizzi.

«Da oggi – ha detto Musumeci – inizia una nuova fase. L’Istituto deve tornare a essere un prezioso strumento di supporto per le aziende siciliane, dopo anni nei quali è stato abbandonato al suo destino. Per questo rilancio il mio governo ha scelto un presidente che rappresenta una garanzia per la sua serietà e competenza».

L’assessore Bandiera ha ricordato gli svariati milioni di euro di disavanzo e i debiti con la Fiera di Verona dovuti agli impegni assunti dalla Regione al Vinitaly in passato e non onorati. «Abbiamo rimesso – ha sottolineato l’assessore – l’Istituto in bonis e riavviato le certificazioni dei prodotti, ridandogli così dignità».

«La missione dell’Ente – ha aggiunto Di Bella – è quella che discende dal proprio Statuto: ricerca, sperimentazione, divulgazione e promozione. Nel perseguimento di essi non solo sarà ricercata la collaborazione di tutti gli attori delle due filiere, pubblici e privati, ma anche quella degli enti interessati a contribuire a consolidare la reputazione del “Brand Sicilia” e a fare di vino e olio due ambasciatori significativi della Sicilia».

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci