Sicilia Report
Sicilia Report

Migranti: Musumeci, “58 positivi a Lampedusa, da Viminale attendiamo risposte”

Viminale: "Competenza dello Stato" ma Musumeci ribadisce "Andiamo avanti". Altri tamponi arriveranno in giornata per l'esito, al secondo controllo

Palermo, 24 ago. – “C’è chi parla di codicilli, di ordinanza legittima o nulla. Intanto, stanotte si sono confermati 58 positivi a Lampedusa. E altri tamponi arriveranno in giornata per l’esito, al secondo controllo che ho disposto. Ulteriore dimostrazione che la mia ordinanza interviene su materia sanitaria e non sulla politica migratoria. Dal Viminale attendiamo risposte, non altro. Alle11 incontrerò la stampa. Potrete seguire in diretta. A più tardi”. Lo scrive sui social il governatore siciliano, Nello Musumeci.

Bottone 980×300

L’immigrazione è “una materia di competenza statale”. Lo precisano all’Adnkronos fonti del Viminale, interpellate sull’ordinanza firmata dal governatore siciliano Nello Musumeci, che prevede il trasferimento di tutti i migranti entro le 24 di oggi e la chiusura degli hotspot dell’isola. In ogni caso, assicurano le stesse fonti, sulla situazione della Sicilia “l’attenzione è alta” e si lavora per “alleggerire la pressione” al massimo e “procedere ai trasferimenti” dei migranti. “Rispetto per la Sicilia. Hotspot competenza dello Stato? Quindi anche la responsabilità… piuttosto che prendersela con le ordinanze, facciano sentire la loro voce in Europa. E facciano qualcosa…” replica Nello Musumeci su Facebook, rispondendo alle critiche ricevute e alla presa di posizione del Viminale.

“Tutti conoscono il mio rispetto per le istituzioni. – continua – Ma pretendo lo stesso rispetto per la mia gente. Da Roma non abbiamo avuto altro che silenzi: sullo ‘stato di emergenza’ richiesto per Lampedusa due mesi fa, sui protocolli sanitari da applicare, sulle tendopoli da scongiurare, sui rimpatri che dovevano iniziare il 10 agosto e di cui non si parla più, sul ponte aereo per i negativi. Nulla. Solo silenzio. Il governo centrale è arrivato impreparato e nonsi è posto alcun problema sulla gestione di un numero enorme di sbarchi durante la pandemia”. “E adesso il problema è diventato la mia ordinanza? Il ministro dice che è nulla? Quindi la responsabilità è loro. Bene, sono usciti allo scoperto! Ma io, a differenza di quelli che parlano e straparlano da casa, sono entrato nell’hotspot di Lampedusa – sottolinea il presidente della Regione Siciliana – E so bene che quelle strutture non sono adeguate sotto il profilo sanitario. Sono un rischio costante per i migranti e per chi ci lavora. Piuttosto che prendersela con me ocon i siciliani, provino a fare sentire la loro voce in Europa e si diano un piano serio per tutelare gli italiani. Facciano qualcosa… o meglio facciano quello che non hanno ancora fatto! Noi andremo avanti”.

Lampedusa e’ un’isola abbandonata a se stessa. E’ caduto nel vuoto l’appello del sindaco Toto’ Martello, cosi’ come il sopralluogo del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.
Appelli inascoltati, tant’e’ che ancora oggi la dichiarazione dello ‘stato d’emergenza’ non c’e'”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, oggi a Catania.

(Adnkronos)

Commenti