Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Autostrade, via libera dal Ministero alla nuova pavimentazione su Me-Ct e Me-Pa

Falcone: "gara d'appalto entro agosto, investimento da 40 milioni"

Tempo di lettura: < 1 minuto

PALERMO – Si è conclusa positivamente la missione romana di ieri dell’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone. Dal Ministero delle Infrastrutture, infatti, è arrivato il via libera ai due progetti esecutivi del Consorzio autostrade siciliane per la nuova pavimentazione sull’autostrada A18 Messina-Catania e sull’A20 Messina-Palermo. Ammonta a circa 40 milioni di euro il valore totale del piano di riqualificazione stradale approvato dal dirigente generale per la Vigilanza sulle concessionarie autostradali Felice Morisco.

«Prende corpo – illustra l’assessore Falcone – un investimento da 19 milioni di euro sulla Messina-Catania, per oltre 60 km di autostrada da Giarre a Tremestieri, e da circa 18 milioni sulla Messina-Palermo, per oltre 50 km di autostrada nei due sensi di marcia da Rometta (Me) fino a Patti e Furiano. Le due arterie autostradali saranno ammodernate e messe in sicurezza rispettando su asfalti e altre opere gli standard più moderni di efficienza e qualità infrastrutturale».

Il Governo Musumeci intende adesso accelerare sulle procedure d’appalto. «Adesso i progetti, nelle more della definizione del perfezionamento del finanziamento da parte della Regione – spiega Falcone – alla luce delle normative possono essere mandati in gara dal Cas entro agosto».

Sottolinea ancora l’assessore alle Infrastrutture: «Così come promesso dal presidente Musumeci, stiamo rispettando in maniera perentoria la tabella di marcia degli interventi di rilancio delle autostrade siciliane. La cura voluta dalla Regione – conclude Falcone – cambierà entro i prossimi tre anni il volto delle infrastrutture gestite dal Cas, un ente che, pur tra mille difficoltà, sta risalendo la china senza esitazioni».

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci