Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Grande successo per la presenza di numerosi “addetti ai lavori” per l’inaugurazione del Pronto Soccorso Psicologico a Catania

Il presidente dell’Ordine degli psicologi nazionale e regionale il dott. Fulvio Giardina ha inviato una lettera di buon augurio: “È una iniziativa, attuale e di grandissimo spessore, che riesce a cogliere i nuovi bisogni di salute che i nostri concittadini da tempo esigono. La salute di ognuno di noi, per l’appunto, oggi non prevede più una gerarchia delle sofferenze: quando viene meno lo stato di benessere, fisico e/o psicologico, è un diritto esigere risposte adeguate quanto prima possibile. Il recente accordo in Conferenza Stato - regioni ha riconosciuto l’importanza della presenza dello psicologo all’interno dei Pronto Soccorso”.

Tempo di lettura: 3 minuti

È stato veramente un incontro carico di energia l’inaugurazione del Pronto Soccorso Psicologico, in piazza Abramo Lincoln 13 a Catania, secondo capoluogo metropolitano, dopo Roma. Si tratta di un servizio Walk in Services che a livello internazionale è una modalità che propone la psicoterapia e la consulenza psicologica in una seduta singola, che aprirà delle sedi, a cura dell’associazione no profit Psychè ideatrice del servizio, anche per gli utenti delle province di Messina ed Enna.

Le interviste al coordinatore dei terapeuti responsabili dott. Mariano Indelicato, al responsabile dott. Tommaso Careri e alla dott.ssa Graziella Zitelli consigliere dell’ordine degli psicologi regione Sicilia fanno ben auspicare un inizio pieno di entusiasmo: la sede arredata in maniera davvero accogliente era gremita di addetti ai lavori che si sono incontrati alla luce di nuove collaborazioni per una partecipazione sempre più coordinata di esperienze di trattamenti funzionali che possano migliorare i servizi a disposizione della cura e della buona salute degli utenti. Erano presenti anche le altre due responsabili del servizio la dott.ssa Martina di Stefano e la dott.ssa Tina Di Primo. Insieme ai responsabili, una ventina di psicologi, psicologhe, e psicoterapeuti che verranno opportunamente formati poiché se di pronto soccorso si tratta, tutte le evenienze devono essere preventivate discusse e normalizzate al fine di rendere il servizio il più possibile funzionale.

Il presidente dell’Ordine degli psicologi nazionale e regionale il dott. Fulvio Giardina ha inviato una lettera di buon augurio: “È una iniziativa, attuale e di grandissimo spessore, che riesce a cogliere i nuovi bisogni di salute che i nostri concittadini da tempo esigono. La professione di psicologo è transitata sotto la piena vigilanza del Ministero della Salute con la L. 3/2018.  È una professione sanitaria al pari delle altre, per assicurare a tutti gli individui la tutela della salute fisica e psicologica (art. 32 della Costituzione). La salute di ognuno di noi, per l’appunto, oggi non prevede più una gerarchia delle sofferenze: quando viene meno lo stato di benessere, fisico e/o psicologico, è un diritto esigere risposte adeguate quanto prima possibile. Il recente accordo in Conferenza Stato – regioni ha riconosciuto l’importanza della presenza dello psicologo all’interno dei Pronto Soccorso.  Sono sicuro che questo Pronto Soccorso psicologico, unica iniziativa in Sicilia, verrà apprezzato dall’Amministrazione regionale, che – come è noto – con l’autonomia di cui gode può sostenerlo a tutela del benessere di tutti. Personalmente avrò cura di promuovere e divulgare nel paese questa importantissima esperienza, che, soprattutto da siciliano, apprezzo particolarmente”.

La medicina di base diventa il confine generico su cui ricade la gestione di situazioni complesse dal punto di vista sociale e psicologico in quanto la popolazione siciliana presenta sintomi nel settore dei disturbi d’ansia, crisi depressive, vittime di violenza in famiglia, vittime di violenze sessuali, vittime di stalking, disturbi sessuali, disturbi alimentari, vittime di bullismo nelle tre provincie scelte sono 616.440 pari al 32,4% degli abitanti. Il Pronto Soccorso Psicologico diventa quindi un servizio in grado di decongestionare i servizi pubblici sanitari come i Pronto Soccorso, i Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura e i Centri di Salute Mentale. Il riconoscimento istituzionale è necessario in quanto i servizi presenti sul territorio isolano non sono nella condizione, per le loro dimensioni numeriche, di rispondere alle innumerevoli richieste provenienti dal territorio.

 

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci