Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280
Foto archivio

Castelvetrano: perseguita ex moglie, 50enne finisce in carcere

Palermo, 4 giu.  – Prima il divieto di avvicinamento, poi i domiciliari e, infine, il carcere. Un 50enne è stato arrestato a Castelvetrano (Trapani) dai carabinieri che hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Marsala. Un aggravamento della misura disposto dopo le reiterate violazioni dei provvedimenti giudiziari, cui l’uomo era stato sottoposto nell’arco di poco tempo a seguito di comportamenti vessatori e persecutori nei confronti dell’ex moglie. In particolare, il 50enne, alla fine dello scorso maggio, era stato arrestato dal personale della sezione Radiomobile di Castelvetrano per la violazione del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa. In quella circostanza, infatti, aveva colpito con calci e pugni la porta d’ingresso dell’abitazione della propria ex moglie per costringerla a farlo entrare.

L’immediato intervento dei carabinieri si era concluso con l’arresto dell’uomo e aveva evitato che la situazione degenerasse ulteriormente.  Dopo la convalida dell’arresto, l’uomo era stato sottoposto alla misura della presentazione alla Polizia giudiziaria, subito sostituita con quella degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. Ciò nonostante, pochi giorni dopo, il 50enne è stato sorpreso dai carabinieri alla guida della propria auto per le strade di Castelvetrano dopo aver danneggiato il dispositivo di controllo a distanza. Per lui si sono così spalancate le porte del carcere.
(Adnkronos)

 

 

I commenti sono chiusi.