spot_imgspot_img
HomeCronacaSiracusa: chiuso noto ristorante orientale per carenze igienico sanitarie

Siracusa: chiuso noto ristorante orientale per carenze igienico sanitarie

Nell’ambito di specifici servizi disposti dal Questore di Siracusa, finalizzati al controllo della salubrità e dell’igiene negli esercizi commerciali adibiti alla produzione e vendita di prodotti alimentari, agenti della Polizia di Stato in servizio alla Divisione Polizia Amministrativa, insieme a personale dell’Ufficio di Igiene degli Alimenti e della nutrizione Uoc del Sian di Siracusa, hanno effettuato controlli amministrativi all’interno di esercizi pubblici di somministrazione alimenti e, in uno di questi, sono state riscontrate molteplici violazioni in materia di igiene e salubrità.

Pubblicità

 

Nella fattispecie, è stato sottoposto a controllo un noto ristorante di cucina orientale, ubicato nella zona centrale di Siracusa dove gli agenti e i sanitari dell’Asp hanno accertato uno scenario igienico – sanitario a dir poco precario: locali invasi da parassiti (blatte, alcune morte presenti sulla pavimentazione della cucina), nonché l’assenza di tracciabilità per alcuni prodotti della pesca conservati all’interno del frigorifero, privi delle previste etichettature che consentono l’osservanza della corretta procedura di “abbattimento” della temperatura per la successiva lavorazione.

 

 

Nel corso del controllo, è stato riscontrato che l’abbattitore utilizzato all’interno della cucina non era in funzione (in quanto non collegato alla presa della corrente elettrica) che a causa del non utilizzo si presentava sudicia e con la presenza di ragnatele che lasciavano desumere il mancato utilizzo da diverso tempo. I locali adibiti a laboratorio per la lavorazione degli alimenti si presentavano contaminati per la presenza di sporco pregresso con superficie del pavimento sudicia, nonché presenza di muffa e chiazze di ruggine sulle attrezzature da cucina.

Le pessime condizioni riscontrate hanno reso necessario l’emissione del provvedimento di sospensione dell’attività e pertanto il locale è stato sottoposto a chiusura e lo rimarrà fino al completo ripristino delle condizioni igieniche previste dalla legge. Inoltre, sono state comminate al titolare dell’esercizio sanzioni amministrative per un importo che va da un minimo di 1.500 euro ad un massimo di 9.000 euro. Anche per i prossimi giorni continueranno i controlli della Polizia di Stato, unitamente ai tecnici, allo scopo di garantire il rispetto della normativa igienico sanitaria nell’interesse generale della salute della collettività.

 

 

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Redazione CT
Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli