Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Seminario di presentazione del progetto “I figli hanno diritto di…”

La carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori. Il 17 gennaio nella sala conferenze di Palazzo Natale del Comune di Palermo

Tempo di lettura: < 1 minuto

PALERMO – Il 17 gennaio alle ore 10.00 nella sala conferenze di Palazzo Natale del Comune di Palermo di via Garibaldi n° 26, avrà luogo il seminario di presentazione del progetto “I figli hanno diritto di…” realizzato con il contributo dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, e gestito dal Centro Studi C.E.S.T.A. in partnership con il Consorzio Umana Solidarietà e la Cooperativa San Francesco s.c.s..
Il progetto “I figli hanno diritto di…” ha l’obiettivo, attraverso la diffusione della carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori realizzata dall’AGIA, di dare una risposta tangibile a tutti i figli di genitori separati, fare conoscer loro quelli che sono i propri diritti, contribuendo a migliorare la loro vita da un punto di vista psicofisico e relazionale, il tutto
Dopo il videomessaggio di saluto dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano e i saluti dell’ Assessore alla Cittadinanza Solidale del Comune di Palermo, Giuseppe Mattina seguiranno gli interventi di: Pasquale D’Andrea, Garante dell’infanzia e dell’adolescenza del Comune di Palermo; Maria Cinzia Mantegna, Responsabile del Coordinamento dei servizi sociali del Comune di Palermo; Giuseppe Gennuso, Segretario provinciale del Movimento Cristiano Lavoratori di Palermo; Paolo Ragusa, Coordinatore del Consorzio Umana Solidarietà s.c.s.; Francesco Micela, Presidente del Tribunale per i Minorenni di Palermo; e Maria Giovanna Bertolami, Avvocato esperto in diritti dell’infanzia.

Nota – Questo comunicato è stato pubblicato come contributo esterno. Il contenuto non è quindi un articolo prodotto dalla redazione di Sicilia Report.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci