23.7 C
Catania
mercoledì, Agosto 10, 2022
spot_imgspot_img
HomeCronacaRapine violente e furti: sgominata baby bang, 11 arresti

Rapine violente e furti: sgominata baby bang, 11 arresti

Blitz congiunto di Polizia di Stato e Arma dei carabinieri. 21 colpi in 2 mesi, investigatori: "criminalità di branco"

Palermo, 13 gen. (Adnkronos) – Erano diventati l’incubo dei giovani che animano la movida palermitana, terrorizzati e rapinati in piena notte tra le vie del centro cittadino. Una pericolosa baby gang è stata smantellata dall’Arma dei carabinieri e dalla Polizia di Stato che hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 11 indagati, due dei quali minorenni. Per dieci si sono spalancate le porte del carcere, uno è finito ai domiciliari. Tutti sono ritenuti a vario titolo responsabili di rapina, furto e lesioni personali.

Pubblicità

 

Nel mirino degli investigatori della Squadra Mobile e dellaStazione carabinieri di Piazza Marina è finita una baby gang composta da giovani, poco più che maggiorenni, che, utilizzando la forza del branco, terrorizzavano giovani vittime, rapinate, in piena notte e perle vie del centro, di cellulari di ultima generazione e denaro contante.  Gli uomini dell’Arma e della Polizia, coordinati dalle Procure ordinaria e per i minorenni di Palermo, hanno passato al setaccio le immagini degli impianti di videosorveglianza delle zone teatro dei raid, riuscendo a risalire agli autori di furti e rapine, riconosciuti poi dalle vittime senza alcuna ombra di dubbio.

Gli agenti della Squadra mobile hanno eseguito 6 provvedimenti restrittivi, i militari del Comando provinciale altri cinque.

Sono 21 i colpi contestati alla baby gang smantellata all’alba di oggi dalla Polizia di Stato e dall’Arma dei carabinieri a Palermo. Undici le misure cautelari (10 in carcere e una ai domiciliari) eseguite a carico di altrettanti indagati, accusati a vario titolo di rapina, furto e lesioni personali. Raggiunti dai provvedimenti anche due minorenni. Grazie alle immagini degli impianti di videosorveglianza delle zone teatro dei raid gli investigatori sono riusciti a risalire ai componenti del branco. I reati contestati, avvenuti tra il 10 settembre e il 17 novembre dello scorso anno, consistono in tre episodi di furto e in rapine consumate o tentate ai danni di giovani vittime individuate in pieno centro.

“Il quadro probatorio – spiegano gli investigatori – è stato accolto dalle competenti autorità giudiziarie del Tribunale di Palermo e del Tribunale per i minorenni che nel provvedimento restrittivo delineano come i reati contestati siano espressione di una ‘criminalità di branco’ riconducibile a gruppi di giovani delinquenti che dall’azione collettiva ricavavano una maggior spinta criminale”.

 

 

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Redazione PA
Redazione PA
Redazione Palermo
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

La vignetta di SR.it

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli