Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280
Foto archivio

Palermo
Non gli piace taglio capelli al nipote, aggredisce barbiere con spranga

L'uomo ha chiesto la restituzione del denaro pagato, poi l'aggressione

Palermo, 14 giu.  – Il taglio di capelli fatto al nipote di soli 6 anni non l’aveva soddisfatto, così ha pensato bene di aggredire a colpi di spranga il barbiere. Accade a Palermo, dove i carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi di un 32enne del Bangladesh che dovrà adesso rispondere di estorsione aggravata. I militari sono intervenuti in una parrucchieria in via Maqueda, dopo la chiamata di alcuni cittadini, e hanno trovato il titolare, un 29enne anch’egli bengalese, riverso a terra con profonde ferite alla testa.  Immediati accertamenti hanno permesso di accertare che, poco prima, c’era stata un’aggressione, per futili motivi riconducibili al taglio di capelli effettuato il giorno precedente dalla vittima al nipote di sei anni dell’aggressore.

Quest’ultimo, non ritenendo di proprio gradimento il lavoro svolto, ha minacciato il barbiere, alla presenza di altri clienti, con una spranga in ferro, che aveva nascosto sotto la maglietta, chiedendo la restituzione immediata della somma di denaro pagata. Davanti al rifiuto della vittima, non ha esitato a colpirlo al capo, cercando poi di darsi alla fuga, dopo essersi sbarazzato della spranga. Il malcapitato è stato trasportato all’ospedale Civico, è ricoverato ma non sarebbe in pericolo di vita. Per l’aggressore si sono spalancate le porte del carcere in attesa dell’udienza di convalida.
(Adnkronos)

 

 

I commenti sono chiusi.