Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280
Foto archivio

Blatte tra gli alimenti e lavoratore in nero, sigilli a panificio abusivo

Palermo, 21 apr. – Un panificio abusivo privo di qualsiasi autorizzazione comunale e igienico-sanitaria e con manodopera in nero è stata sequestrato dalla Guardia di finanza nel quartiere Borgo Vecchio, a Palermo. Durante il controllo il titolare dell’attività, oltre a risultare sprovvisto di regolare Partita Iva, non è stato in grado di esibire alcuna documentazione autorizzativa allo svolgimento dell’attività (Scia comunale). Inoltre, il banconista lavorava in assenza di un regolare contratto di lavoro. L’ispezione dei locali eseguita insieme a personale dell’Azienda sanitaria provinciale di Palermo ha permesso di riscontrare “gravi carenze igienico-sanitarie” e la presenza di blatte sia nel locale adibito a laboratorio di produzione che all’interno di quello aperto al pubblico. Il titolare del panificio, un uomo di 55 anni, è stato denunciato per detenzione, ai fini della preparazione o somministrazione, di cibi e bevande in cattivo stato di conservazione o di alterazione. Il panificio è stato sequestrato così come le attrezzature e la strumentazione utile per la lavorazione, produzione e vendita degli alimenti. Stessa sorte è toccata ai prodotti da forno e da pasticceria destinati alla distruzione in quanto ritenuti altamente contaminati.

Bottone 980×300

Il titolare del negozio è stato segnalato all’autorità cittadina per esercizio abusivo dell’attività, che prevede una sanzione pecuniaria che va da un minimo di 1.549 euro a un massimo di 15.493 euro. Per la presenza del lavoratore in nero all’uomo è stato elevato un verbale per la violazione alla normativa di settore che prevede una sanzione pecuniaria cha varia da 1.800 a 10.800 euro.
(Loc/Adnkronos)

 

 

I commenti sono chiusi.