Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Ballarò e i suoi mestieri – Tour e degustazioni

Un itinerario tra le botteghe sabato 26 settembre 2020 ore 10 organizzato da Terradamare

PALERMO – Itinerario tra le botteghe di Ballarò per conoscere chi lavora all’interno del Mercato Storico le loro storie e degustare i loro prodotti tipici
Percorso: mercato di Ballarò, fabbrica di caramelle Carrubba Terranova; Alberto l’olivaro; Cannatella, bottega di frutta secca, spezie e dolci; da Gina, uno dei bar più antichi di Ballarò, Al fresco giardino/bistrot
sabato 26 settembre 2020 ore: 10 › Appuntamento: via nunzio nasi 18 (davanti la Torre di San Nicolò› Costo € 25 (degustazioni incluse) › durata circa 3 ore
🔴 Per partecipare all’evento è necessario acquistare i ticket in anticipo terradamare.org/tour-mestieri-ballaro

Rosario la Duca, in la Città perduta, affermava: “Solo se la vita continuerà a pulsare nei mercati arabi di Palermo, la vecchia città non morirà per sempre” e la vecchia città è un insieme di elementi caratterizzati dall’arte, dalle stradine e dagli abitanti stessi.
Ballarò è uno dei mercati storici della città di Palermo, teatro all’aperto non solo di mercanzie, colori e odori, ma di racconti in cui i reali protagonisti sono le famiglie, i mercatari che da anni popolano questa porzione di città. Un luogo destinato anche agli scambi di parole e di ricordi, permettendo letture multiple, coinvolgenti del celebre mercato.
Si osserverà la lavorazione delle caramelle alla Carrubba, prodotte nel quartiere dal 1890 dalla famiglia Terranova, i ricordi di Alberto Napoli l’olivaro de Le Delizie a Tavola, che dal 1964 continua tra difficoltà e nostalgia, a vendere i suoi prodotti, della famiglia Cannatella che da 170 anni espone frutta secca, spezie e dolci, di uno dei bar più antichi di Ballarò, l’Antica Caffetteria Di Maria da Gina, e con Lucia di Cotti in fragranza del nuovo giardino-bistrot “Al fresco” all’interno del convento San Francesco, un ultimo tassello di uno spazio non solo dello scambio economico in senso stretto, ma di una storia sociale e umana totale.
Loro stessi racconteranno la storia delle loro famiglie, come vivono la città, le caratteristiche dei loro prodotti, circondati dalle tende e dalle abbanniate del mercato.

Foto di copertina Ph Vincenzo Russo

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci