Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280

Scommesse clandestine e violazione norme anti Covid, 4 denunce

MESSINA – Scommesse clandestine e violazione delle norme anti Covid in provincia di Messina. I finanzieri del Comando provinciale di Messina, insieme ai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, in tre diversi interventi, hanno denunciato quattro persone alla procura di Barcellona Pozzo di Gotto e contestato violazioni amministrative nei confronti di altre dodici persone. I controlli, coordinati dal gruppo della Guardia di Finanza di Milazzo, sono stati effettuati a Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto.  La prima ispezione ha riguardato un’associazione ricreativa culturale della città del Longano che, abusivamente, esercitava l’attività di raccolta di giochi. Il titolare è stato segnalato alla Procura per aver esercitato l’esercizio del gioco senza autorizzazione e per la mancata esposizione della ‘tabella dei giochi proibiti’, obbligatoria per legge.

Pubblicità

Dodici persone sono state multate per violazione delle norme anti Covid: giocavano, all’interno del locale, su apparecchi non autorizzati e senza alcun rispetto delle norme per il contrasto della pandemia. In un secondo intervento, i finanzieri hanno sorpreso, all’ingresso di un’edicola, una persona con in mano la ricevuta di unagiocata appena fatta. Considerato l’attuale divieto di raccolta delle scommesse, i militari hanno effettuato un controllo all’interno del negozio scoprendo così che il titolare aveva raccolto diverse scommesse su eventi sportivi tramite siti non autorizzati al gioco in Italia. L’uomo è stato segnalato per il reato di raccolta di scommessesenza la prevista autorizzazione dei Monopoli.

Stesse violazioni anche in un internet point di Milazzo che, di fatto,funzionava da centro di raccolta e gestione di scommesse clandestine per conto di allibratori esteri. La postazione installata nel locale permetteva il collegamento a piattaforme non italiane dalle quali effettuare le scommesse su eventi sportivi di ogni genere, allettando i clienti con quote superiori rispetto ai centri autorizzati. Il titolare e un suo collaboratore sono stati segnalati per raccolta abusiva di scommesse e per l’esercizio del gioco d’azzardo. Sequestrati anche tre computer e un apparecchio da intrattenimento riproducente il gioco del Poker.
(Adnkronos)

 

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: