Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280
Foto archivio

Esercito: Brigata “Aosta” vicina ai bisognosi in Sicilia, donate uova pasquali

Il Comandante Bertoncello al Reparto di Neonatologia infantile di Messina

Palermo, 1 apr. – La Brigata “Aosta” vicina ai bisognosi in Sicilia. L’Esercito sostiene la ricerca scientifica e dona uova pasquali e generi di prima necessità alle famiglie meno abbienti. Anche quest’anno la Brigata “Aosta” ha sostenuto la ricerca accanto all’Associazione per la Lotta al Neuroblastoma e all’European Neuroblastoma Association, contribuendo alle cure contro il neuroblastoma e contribuendo al finanziamento delle attività di diagnostica avanzata per consentire un approccio terapeutico mirato ai pazienti più piccoli. Il Comandante della Brigata “Aosta”, Generale diBrigata Giuseppe Bertoncello, assieme al Magnifico Rettore dell’Università di Messina professore Salvatore Cuzzocrea e a una rappresentanza di medici e sanitari, ha consegnato, all’interno del Reparto di Neonatologia Infantile e Pediatria dell’Azienda OspedalieraPoliclinico Universitario “G. Martino”, le uova di cioccolata per i piccoli pazienti ospiti del reparto.

Anche a Palermo gli uomini e le donne del Reggimento Logistico dell'”Aosta” hanno consegnato le uova solidali alla Missione “Speranza e Carità” di Biagio Conte, al Reparto di Oncoematologia pediatrica Ospedale Civico, all’Ospedale Pediatrico “Giovanni Di Cristina” e al Reparto Pediatrico Ismett (Istituto Mediterraneo per i Trapianti e Terapie ad Alta Specializzazione). Il Raggruppamento “Sicilia Occidentale” dell’operazione “Strade Sicure”, su base Reggimento “Lancieri di Aosta” (6°), con personale del 4° Reggimento Genio, ha donato generi di prima necessità alla Parrocchia “San Domenico Savio” di Gela, che a sua volta li distribuirà alle famiglie meno abbienti della città. Sono numerose le iniziative di solidarietà che ogni anno vedono coinvolti i militari dell’Esercito e della Brigata “Aosta” in particolare, che stringe frequenti e proficui rapporti di collaborazione con le comunità locali, con il mondo accademico, sociale ed economico sul territorio siciliano.
(Adnkronos)

I commenti sono chiusi.