Giusy Fiumanò

 

Pubblicità

Sono numerosi gli studenti che, nella Città metropolitana di Catania, hanno già fatto rientro in classe per il nuovo anno scolastico. Per altri la prima campanella 2021/2022 suonerà la prossima settimana. Un avvio delle lezioni che la Ugl sta seguendo con particolare attenzione, per quanto riguarda la sicurezza sanitaria all’interno delle strutture scolastiche e nell’ambito del trasporto locale, oltre che in relazione alle attività di definizione degli organici del personale docente, tecnico – amministrativo, nonché ordinari e “Covid-19” dei collaboratori scolastici. “Auguriamo a tutti i lavoratori del mondo della scuola ed agli alunni un’annata nel segno della voglia di ripartenza, con la speranza di poter conseguire quella progressiva normalità capace di tenere lontano lo spettro della Didattica a distanza. Una modalità di certo inedita fino al 2020, proseguita anche nella prima parte del 2021, che ha fatto segnare un’esperienza da conservare e riproporre solo in casi particolari (oltre a quelli di eventuale quarantena preventiva per l’intera classe, soprattutto quelli in occasione della sospensione delle attività didattiche per “allerta meteo”) – dicono il segretario territoriale Giovanni Musumeci ed suo vice nonché segretario provinciale della federazione Scuola Giusy Fiumano. Con oltre il 90% di docenti ed impiegati degli istituti scolastici vaccinato, almeno con la prima dose, ed un buon numero di studenti in target che già ha ricevuto il vaccino, faremo ogni sforzo indispensabile finalizzato a difendere la didattica in presenza. Anche per evitare il paradosso, vissuto lo scorso anno, quando la mattina gran parte degli alunni doveva stare a casa a seguire la lezione in remoto e la sera poteva tranquillamente incontrarsi nelle piazze e nei luoghi di ritrovo. Saremo vigili, oltretutto, per quanto riguarda l’adeguatezza dei locali scolastici, auspicando che in tempi rapidi vengano occupati i posti ancora liberi tra gli insegnanti, il personale di segreteria ed i collaboratori scolastici, comprese le unità aggiuntive previste dall’emergenza pandemica. Infine, non mancherà la massima attenzione da parte della Ugl per quanto riguarda i trasporti, ed in questo senso abbiamo potuto apprezzare non solo le iniziative volute fortemente dal prefetto Maria Carmela Librizzi, invocate insieme al collega segretario provinciale della federazione Ugl autoferrotranvieri Pippo Scannella, ma anche quelle attivate dalle società del settore a cominciare dall’Azienda metropolitana trasporti di Catania con l’introduzione dei controllori. Speriamo intanto di poterci sedere presto attorno ad un nuovo tavolo prefettizio per il monitoraggio della situazione nella nostra area vasta. Nel contempo, ci continuiamo a battere quotidianamente per la tutela degli alunni con disabilità, perché possano avere sin da ora il legittimo supporto da parte delle istituzioni. In questo senso, associandoci al segretario nazionale di Ugl scuola Ornella Cuzzupi, sosteniamo con convinzione la proposta di legge mirata all’introduzione negli organici scolastici della figura dell’assistente all’autonomia e comunicazione, rendendo stabili così i tanti precari che già svolgono questo compito. La scuola per noi rimane al primo posto – concludono Musumeci e Fiumanò – motivo per cui, per il nostro territorio, non lesineremo ogni sforzo possibile per contribuire a renderla un presidio formativo sicuro, efficiente e di alta qualità, volto alla crescita dei cittadini e lavoratori del futuro.”

COPYRIGHT SICILIAREPORT.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità