CATANIA – I Carabinieri della “Squadra Lupi” del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, hanno arrestato nella flagranza un 27enne di nazionalità rumena per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
Nel popoloso quartiere di San Cristoforo i “Lupi” svolgono quotidianamente quella basilare attività info investigativa che consente loro d’infiltrarsi in quella realtà criminale.
Avevano così appreso che l’uomo, romeno di nascita ma a “ragion veduta” perfettamente integrato in quel contesto malavitoso, che si faceva chiamare “Lorenzo” e che la sua specialità, manco a dirsi, era lo spaccio di sostanze stupefacenti che realizzava in via Testulla.

Pubblicità

I militari hanno quindi studiato le mosse dell’uomo che, infatti, era solito attendere il cliente di turno davanti il portone della propria abitazione, quindi faceva ingresso all’interno di essa e ne fuoriusciva per perfezionare lo scambio denaro-droga.

Viste le evidenti difficoltà operative i militari hanno preferito bloccare l’uomo il quale, nell’estremo tentativo di sfuggire alla perquisizione domiciliare, ha detto loro di abitare in un altro civico salvo, successivamente, dover ammettere che quella era effettivamente la sua abitazione dopo che un militare aveva trovato le chiavi di casa frugando nelle sue tasche.

La perquisizione ha consentito ai “Lupi” di trovare all’interno di uno scatolo in camera da letto 10 dosi di crack, alcune dosi di marijuana, l’immancabile materiale per il confezionamento delle singole dosi e la somma di 30 euro, provento dello spaccio.

L’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.