13.2 C
Catania
venerdì, Marzo 1, 2024
spot_imgspot_img
HomeProvinceCataniaQuartiere Picanello, sospeso per sette giorni chiosco bar 'covo' di pregiudicati

Quartiere Picanello, sospeso per sette giorni chiosco bar ‘covo’ di pregiudicati

La Polizia di Stato di Catania ha dato esecuzione a un provvedimento emesso dal Questore di Catania, Giuseppe Bellassai, che ha decretato la sospensione temporanea - ex art.100 T.U.L.P.S. - dell’attività di un chiosco bar ubicato a Picanello, imponendo la chiusura del locale per 7 giorni

La Polizia di Stato di Catania ha dato esecuzione a un provvedimento emesso dal Questore di Catania, Giuseppe Bellassai, che ha decretato la sospensione temporanea – ex art.100 T.U.L.P.S. – dell’attività di un chiosco bar ubicato a Picanello, imponendo la chiusura del locale per 7 giorni.

Pubblicità

 

 

Il provvedimento trae origine dall’esecuzione di specifici servizi di controllo del territorio disposti dal Questore di Catania negli esercizi commerciali della città al fine di verificare il rispetto della normativa di settore e di quella preposta alla tutela della sicurezza dei pubblici locali, dei lavoratori in essi impiegati e della salute dei consumatori. Particolare attenzione è stata riservata alla prevenzione e al contrasto dei fenomeni criminali e di illegalità diffusa, approfondendo, con tale obiettivo, l’analisi delle persone che li frequentano.

 

 

Nel corso dei numerosi controlli eseguiti dai poliziotti sono stati identificati diversi clienti con diversi precedenti giudiziari e di polizia, alcuni dei quali condannati anche per reati gravissimi o sottoposti a misure di prevenzione ed anche provenienti da altre zone della città e della provincia. Inoltre, solo nelle ultime settimane, in almeno quattro occasioni, gli agenti hanno identificato all’interno dell’esercizio pubblico oggetto del provvedimento, numerosi pluripregiudicati.

 

 

Sulla base delle segnalazioni provenienti dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, dal Commissariato “Borgo Ognina” e dalle risultanze dell’istruttoria svolta dalla Divisione Polizia Amministrativa della Questura – che ha sviluppato ed analizzato i dati, le informazioni e i risultati degli approfondimenti effettuati dai poliziotti, soprattutto in merito all’abituale frequentazione da parte di soggetti con precedenti di polizia – il Questore di Catania ha disposto la chiusura temporanea dell’attività.

 

 

L’art.100 T.U.L.P.S., infatti, consente al Questore la chiusura per un periodo determinato “di un esercizio (…) che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate”.

Il suddetto provvedimento ha lo scopo di garantire l’ordine e la sicurezza dei cittadini e soprattutto le legittime aspirazioni a vivere in una comunità sicura, ove svolgere ordinatamente le proprie attività, nonché di costituire una garanzia per tutte quelle attività economiche che rispettano le norme. Ha altresì la funzione di produrre un effetto deterrente nei confronti delle persone considerate pericolose, ai quali viene, così, sostanzialmente tolto un luogo di abituale aggregazione e, conseguentemente, dato avviso che la loro presenza in tale luogo è oggetto di attenzione da parte delle autorità.

 

 

Le verifiche agli esercizi commerciali proseguiranno al fine di garantire il pieno rispetto delle regole a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Redazione CT
Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli