Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280
Bellini sala lettura

La Biblioteca Bellini luogo per la promozione della sostenibilità

Un centro propulsore di iniziative di promozione e diffusione culturale

CATANIA – La storica Biblioteca Vincenzo Bellini da alcune settimane, infatti, sta realizzando percorsi progettuali che coinvolgono centinaia di cittadini catanesi, utilizzando il finanziamento di 80 mila euro del Mibact che ha premiato la proposta della giunta comunale presieduta da Salvo Pogliese che su iniziativa dell’assessore Barbara Mirabella, sta riqualificando l’offerta della biblioteca comunale al territorio.
Nell’ambito del progetto “Biblioteca Casa di Quartiere. Cultura, Innovazione e Inclusione per una Economia Circolare”, finanziato con fondi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la biblioteca di via Sangiuliano, ha promosso tre corsi, gratuiti, di dizione, fotografia e scenografia, messi a punto nei mesi scorsi dalla direzione Cultura e dall’ufficio Sistema Bibliotecario- Film Commission, ora coordinati da Paolo Di Caro e Sabina Murabito, con un gran numero di iscritti e richiedenti per ciascuna delle iniziative.

Pubblicità

“Le modalità di svolgimento delle attività che avevamo previsto con presenza in aula nei locali della biblioteca Bellini–ha detto l’assessore Mirabella- sono stati giocoforza rimodulati in modalità online, soggette alle misure e ai decreti riguardanti il contenimento del contagio da Covid 19. Tuttavia i laboratori stanno avendo grande apprezzamento per l’innovativo contenuto delle iniziative e la qualità delle proposte. Il tema guida delle attività riguardanti i corsi di fotografia e scenografia è in linea con la mission del progetto Mibact, il romanzo di Italo Calvino <>”.
In dettaglio, il percorso formativo di dizione “L’Arte di dire con Arte”, affidato all’associazione Retablo, articolato in 14 giornate ha l’obiettivo di fornire strumenti finalizzati allo sviluppo della potenzialità espressiva all’interno di contesti sociali e privati.

Il corso di fotografia, affidato all’Accademia di Belle Arti, ha una durata di 50 ore e si prefigge l’obiettivo di sviluppare nei partecipanti competenze sugli aspetti più significativi della fotografia digitale e grammatica visiva.
Il workshop sulla scenografia sostenibile, infine, affidato anch’esso all’Accademia di Belle Arti, è articolato in 90 ore e ha l’obiettivo di sviluppare competenze in tema di scenografia come strumento integrativo di rigenerazione urbana delle realtà territoriali.
In programma, nelle prossime settimane, altri corsi-laboratori formativi gratuiti, incentrati sulla promozione delle pluralità e diversità nella comunità locale, da realizzarsi attraverso attività artistiche e creative che facciano leva sulla collaborazione civica ai temi della sostenibilità ambientale, del riuso, del riciclo, attraverso percorsi green rivolti a minori ed adulti.

Coi fondi del finanziamento statale del Mibact, inoltre, è stato ristrutturato anche uno spazio comunale in disuso per connettere lo stabile all’immobile principale della biblioteca di via Sangiuliano, a cui è contiguo. Il nuovo sito della biblioteca Bellini, posto all’angolo tra via di Sangiuliano e via Manzoni, che verrà inaugurato nei prossimi giorni, secondo i programmi dell’assessorato alla cultura diverrà anche sede del bookcrossing, l’area di libero scambio dei libri attualmente ospitato nel palazzo della Cultura di via Vittorio Emanuele.

“Grazie al finanziamento del Mibact del nostro progetto di economia circolare <>, cittadini, associazioni e istituzioni svolgono un ruolo consapevolmente attivo nella promozione di un modello di sviluppo sostenibile -ha detto l’assessore Mirabella-. Con questa iniziativa l’amministrazione Pogliese ancora una volta si dimostra sensibile alle esigenze di crescita civile e culturale della città, creando luoghi di incontro e collaborazione, sul modello di altre analoghe esperienze in Europa e in Italia, che portiamo avanti con i gravosi limiti delle restrizioni statali per l’emergenza sanitaria, affinché le nostre biblioteche diventino uno spazio aperto alle esigenze culturali della città”.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: