CATANIA – “Una forte sinergia tra diverse istituzioni è la base fondante dell’iniziativa di best practice che la nostra città ha attivato nell’ambito della tutela della salute a sostegno delle persone più fragili e vulnerabili”
Lo ha detto il sindaco Salvo Pogliese nel presentare, nella sala giunta di palazzo degli Elefanti, il progetto “Salute: diritto di tutti” promosso dalla Croce Rossa Italiana con il sostegno economico della Chiesa Valdese e il supporto di Comune, Asp, Ordine farmacisti e Federfarma.
L’iniziativa prevede il raggiungimento di obiettivi condivisi a partire da servizi come la consegna a domicilio gratuita di farmaci per le persone in isolamento per Covid 19 o di piani terapeutici per i pazienti oncologici o immunodepressi, nei casi in cui manchi una rete familiare a sostegno. Attività questa avviata dalla Croce Rossa a inizio pandemia, per ridurre la mobilità di soggetti fragili e vulnerabili, e potenziata dal marzo 2021 grazie a un bando della Chiesa Valdese che finanzierà con l’8 per mille il progetto sino al marzo 2022.
Sono intervenuti alla conferenza stampa l’assessore alla Salute Pippo Arcidiacono, il presidente del comitato di Catania della Croce Rossa Italiana, Stefano Principato,  i presidenti di Ordine dei farmacisti Catania e Federfarma,  Giovanni Puglisi e Gioacchino Nicolosi, il direttore dell’Asp Catania, Maurizio Lanza, con il direttore sanitario Antonino Rapisarda e la direttrice del dipartimento del farmaco Anna D’Agata.
“Ringrazio tutte le realtà coinvolte in questo importante progetto – ha sottolineato  il sindaco Pogliese –  a partire dalla Croce Rossa con la quale la nostra amministrazione, tramite gli assessori Arcidiacono e Lombardo, ha instaurato un solido rapporto di collaborazione. Oggi  scriviamo  una bella pagina nella storia della nostra città”.

Pubblicità

“La convergenza di più forze nella tutela della salute di ogni cittadino – ha confermato l’assessore Arcidiacono – è il segnale più importante che possiamo dare in un periodo fortemente gravato da un’emergenza sanitaria che è diventata anche emergenza sociale”.
“Il numero delle persone sole nell’ambito di queste emergenze- – ha continuato Principato – è aumentato in modo considerevole: la nostra centrale operativa raccoglie quotidianamente le segnalazioni di cittadini di tutte le fasce d’età privi di una rete familiare di sostegno che ci chiedono soprattutto la consegna di farmaci. Si tratta in particolare di persone in isolamento domiciliare per Covid 19, per le quali ritiriamo i farmaci prescritti dal medico nella farmacia indicata dal paziente, senza alcun costo aggiuntivo per il servizio di consegna, o pazienti oncologici o immunodepressi segnalati dall’Asp, per i quali ritiriamo i piani terapeutici gratuiti nelle farmacie territoriali Asp di San Luigi e Piazza Lanza”.

Il farmacista potrà comunicare al paziente in isolamento domiciliare per Covid 19 di contattare il numero 3346940411, recapito della Croce Rossa, dalle 9 alle 12; la consegna è prevista nei giorni di lunedì, martedì, giovedì e sabato sempre dalle 9 alle 12.
“Quando si lavora insieme nell’interesse del cittadino,  i risultati ci sono – hanno evidenziato i presidenti Nicolosi e Puglisi, che hanno anche espresso la piena disponibilità di Federfarma e Ordine dei farmacisti per qualunque tipo di progetto finalizzato alla tutela della salute.

COPYRIGHT SICILIAREPORT.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità