Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280

Castello Ursino: nuova targa di informazione storica donata da alunni catanesi

“TrasformAzioni Urbane” al Castello Ursino

CATANIA – Una nuova targa di informazione storica trilingue, donata  alla città dagli alunni della classe 2 b dell’istituto comprensivo “ Vespucci, Capuana, Pirandello”,  è stata collocata all’ingresso del museo civico Castello Ursino.  Gli studenti hanno consegnato la targa, nel corso di una piccola cerimonia, all’assessore alla Pubblica Istruzione e alla Cultura Barbara Mirabella e alla responsabile  del museo Civico Castello Ursino Valentina Noto.

L’insegna, già fruibile per visitatori e turisti, è il risultato di un progetto “TrasformAzioni Urbane”, condotto nell’ambito di un percorso formativo di Service Learning e coordinato dai professori Alessandra Li Vecchi, Stefania Marletta e Giuseppe Vinci.

“ Il lavoro di questi ragazzi e dei loro docenti –  ha dichiarato l’assessore Mirabella-  è encomiabile perché rappresenta una concreta attività di cittadinanza attiva.  L’idea di mettere in relazione lo studio con la cura del patrimonio culturale e ambientale accresce in loro la consapevolezza che i beni culturali sono  “tesori” da conoscere, tutelare e promuovere, uno strumento di identità  inclusiva, in un periodo di importanti trasformazioni sociali”.

“Attraverso il progetto- ha sostenuto Stefania Marletta-  gli studenti sono diventati attori consapevoli della trasformazione dello spazio pubblico. La targa rappresenta la felice sintesi tra teoria, pratica e azioni condivise volta a riconoscere l’abitare collettivo da rispettare e proteggere “.

“Un servizio alla comunità – ha dichiarato Giuseppe Vinci-  passato da un interessante percorso didattico ricco di nuove informazioni, veicolate con entusiasmo giovanile alla comunità e ai visitatori del Castello”.

L’assessore Mirabella ha ringraziato gli studenti per il loro significativo dono alla città e ha espresso la sua disponibilità a dare continuità al progetto di trasformazione urbana che continuerà nel tempo. Dal conto loro gli studenti, soddisfatti della loro realizzazione hanno lanciato un auspicio, che è anche un monito per tutti,:  “ Ci auguriamo che questo lavoro, che ha impegnato il nostro tempo e il nostro  entusiasmo, non venga rovinato da banali atti vandalici, ma tracci la via dell’essere buoni cittadini”.

I commenti sono chiusi.