Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280

Biblioteca Casa di Quartiere, ancora aperte iscrizioni corso gratuito per artigiani

CATANIA – A seguito dell’Accordo operativo per la realizzazione di attività relative al Progetto Biblioteca casa di quartiere “Cultura, Innovazione e Inclusione per una Economia Circolare” finanziato con fondi del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, realizzato dalla Biblioteca Vincenzo Bellini di via Sangiuliano dell’assessorato alla Cultura retto da Barbara Mirabella, si  terrà un’attività di formazione/aggiornamento per imprese artigiane e micro realtà produttive aventi sede legale o operativa nel centro storico di Catania (prima circoscrizione). Il corso è organizzato  dalla CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa) attraverso il proprio Ente di Formazione ECIPA Catania ed è l’ultimo dei laboratori ancora da attivare promossi nelle ultime settimane dal Comune in sinergia coi soggetti privati. Le istanze di partecipazione dovranno pervenire alla mail: [email protected] e verranno selezionate in base ad un ordine cronologico di arrivo delle stesse, fino al raggiungimento dei posti disponibili.
Per informazioni telefonare al RUP di progetto Dott.ssa Sabina Murabito, Biblioteca Bellini tel.0957151846. L’iniziativa verrà articolata in 4 incontri per un totale di 16 ore, da svolgersi tramite piattaforma online per un massimo di 15 partecipanti, senza costi di iscrizione o di partecipazione.

I settori merceologici a cui è indirizzata l’attività sono quelli dell’area artistica e decorativa (tra cui anche ceramica, vetro ed oreficeria), del recupero e restauro, manifatturiera (calzature, moda ed accessori, tra cui la lavorazione del cuoio, la fabbricazione di monili, lavorazioni tessili), del design, del settore alimentare (trasformazione, produzioni tipiche, compresa la pasticceria).

Obiettivi principali dell’iniziativa è quello di rinnovare il lavoro attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie, aprire le attività all’economia digitale e a nuovi mercati, aumentare la sensibilità e l’attenzione alla provenienza e alla tracciabilità dei materiali usati, al riciclo e al recupero delle materie prime, per una produzione eco-sostenibile.

 

 

0 0 voti
Valuta articolo
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Se vuoi dire qualcosa, commenta.x
()
x