Vitalizi, Senato approva tagli

di

ROMA – Le due misure entreranno in vigore nel 2019. In tutto sono circa 2.700 i vitalizi erogati agli ex parlamentari, per un importo totale di circa 200 milioni di euro. Anche il Senato taglia i vitalizi. E i 5 stelle già puntano al prossimo intervento: ora tocca alle regioni. Dopo quelli degli ex deputati, anche i vitalizi degli ex senatori saranno ricalcolati secondo il sistema contributivo, quindi sensibilmente tagliati. La decisione è arrivata nel pomeriggio dal Consiglio di presidenza di Palazzo Madama, che ha approvato con 10 voti favorevoli e un astenuto la stessa delibera fotocopia di quella approvata tre mesi fa dall’Ufficio di presidenza della Camera dei deputati e che recava in calce la firma del presidente Roberto Fico. Sommando la cifra relativa alla Camera con quella del Senato si ottiene – sono i calcoli fatti da maggioranza e governo – un risparmio di circa 56 milioni all’anno, e cioè circa 280 milioni a legislatura.

Sulle delibere pesano però gli oltre mille ricorsi già presentati da ex parlamentari. A favore hanno votato i due partiti di governo Lega e M5s, mentre l’astensione è arrivata dall’esponente delle Autonomie Meinhard Durnwalder. Non hanno partecipato al voto, per ragioni diverse, Pd, FI, Leu e FdI. Voto a parte, esultano i 5 stelle, mentre il presidente del Consiglio Giuseppe Conte non nasconde la soddisfazione e in un tweet parla di “una misura di equità sociale”.